La Sezione Ciclismo del GS Vigili del Fuoco di Massa Carrara “Adamo Grassi”  nasce a negli anni 1972-73 con: Giorgieri Antonio, Angeli Sergio e Bassi Roberto; negli anni seguenti si aggiungevano Sacchelli Eugenio, e Ricci Fabio.

Nel 1975 la denominazione del GS diventa: GS Vigili del Fuoco di Massa Carrara “M. Pelliccia” Sezione Ciclismo.
-nel 1984 il Comando di Massa Carrara Organizza il Primo Campionato di Ciclismo Interforze;
-nel 1995 Il Comando di Massa Carrara Organizza il Primo Campionato Italiano di Ciclismo dei VV.F.: 1° Angeli Sergio e 2° Bassi Roberto.
Sulla scia del campionato organizzato a Massa Carrara il Ministero organizza la Rappresentativa di ciclismo di Massa Carrara vengono convocati: Giorgieri Antonio, Angeli Sergio, Bassi Roberto e l’accompagnatore Angeloni Enzo che partecipano al campionato del Mondo in Spagna.

  • Vittorie e piazzamenti ai Campionati Italiani VV.F.
  • 1985 a Varese vince Angeli Sergio;
  • 1997 a Pordenone vincono Giorgieri Antonio e Bassi Roberto, terzo Angeli Sergio.
  • 1998 a Roma vince Giorgieri Antonio;
  • 1999 a Verona vince Giorgieri Antonio ;
  • 1990 a Pisa vince Giorgieri Antonio;
  • 1991 a Viterbo vincono Giorgieri Antonio e Angeli Sergio
  • 2003 a Montefiascone vincono Angeli Mario e Angeli Sergio;
  • 2004 a Trapani vince Angeli mario, secondo Nani Norberto, a causa di una caduta Ricci Fabio subisce una grave frattura, che lo costringerà ad abbandonare il ciclismo.
  • 2005 a Perignano (PI) vincono Angeli Sergio e Bassi Roberto (Angeli Mario assente perché impegnato con la rappresentativa Nazionale Interforze);
  • 2005 a Santo Stefano Belbo (CU) Campionato VV.F. di Gran Fondo Angeli Mario primo assolto e campione Italiano, Angeli Sergio 1° cat.M7;
  • 2006 a Santo Stefano Belbo Campionato VV,F. di Gran Fondo, Angeli Mario e Baldini Marco si aggiudicano il tricolore, grazie a loro e agli altri piazzamenti, il Comando di Massa Carrara si piazza PRIMO nella speciale classifica dei Comandi d’Italia;
  • 2006 il Comando di Massa Carrara organizza il 1° Campionato di Ciclocross, Angeli Mario si classifica Primo;
  • 2007 Nella prova a Cronometro 1° Nani Norberto 2°Angeli Mario e Cipolletta Francesco (VV.F.discontinuo), Angeli Mario secondo su strada, partecipano anche. Grazie ai citati risultati ed ai piazzamenti di Angeli Sergio, Baldini Marco e Antonio Giorgieri, la il Comando di Massa Carrara vince il titolo di Campione D’Italia a Cronometro;
  • 2008 Campionato di Gran Fondo a Valdagno Angeli Mario quarto assoluto e Campione d’Italia, Francesco Cipolletta 2°;
  • 2010 al Campionato Italiano di Gran Fondo, dopo una fuga solitaria di 60 km si classifica primo assoluto, Nani Norberto secondo;
  • 2011 alla GF di Teramo Angeli Mario Campione Italiano, Nani Norberto 2°;
  • 2013 a Teramo al Campionato su strada Angeli Mario è primo;
  • 2014 a Grosseto nella gara di Gran Fondo è primo Angeli Mario e nella gara di medio Fondo è primo Nani Norberto, la squadra arriva seconda nella speciale classifica;
  • 2014 a Teramo nella gara in linea Angeli Mario è primo e Nani Norberto secondo;
  • 2015 a Teramo Nani Norberto si piazza al terzo posto, Angeli Mario non partecipa;
  • 2015 ad Arezzo campionato a Cronometro, Nani Norberto è primo, Vignali Lorenzo secondo, quarto Bonfigli Roberto;
  • 2017 a Mentana nel Campionato di Grande e Medio Fondo, Angeli Mario arriva primo;
  • 2018 a Bologna al Campionato di Gran Fondo Angeli Mario si piazza la terzo posto.
  • Vittorie e Piazzamenti ai Campionati del Mondo VV.F.
    Nel 1995 Giorgieri Antonio ha il vince il Campionato del Mondo VV.F.in Francia a Les Muraux.
  • nel 2007 Angeli Mario vince la prova a Cronometro e 3° su strada;
  • nel 2008 a Le Mureaux (periferia Ovest di Parigi) Angeli Mario trionfa arrivando primo assoluto, nella Cronometro vince Cipolletta Francesco, Angeli Mario, vittima di un guasto meccanico si piazza 4°;
  • 2009 a Villemur Sur Tarn (Francia) nella prova a Cronometro secondo posto per Angeli Mario e Nani Norberto, Cipolletta Francesco è terzo; Nella Gara su strada Angeli Mario si piazza al 3° posto;
  • 2010 in Lussemburgo Angeli Mario vince sia a Cronometro che su strada, Nani Norberto 3° a Cronometro;
  • 2011 a Ghisonaccia Angeli Mario Vince sia a Cronometro che su strada, Nani Norberto 3° a Cronometro e 2° su strada;
  • 2012 Mondiali a Ostrava, a Cronometro Angeli Mario, per Siamo un gruppo di ciclisti dei Vigili del Fuoco di Massa Carrara impegnati in un giro ciclistico della Toscana.
  • 2014 a Judendorf-Hauptplatz in AustriaVince Nani Norberto mentre Angeli Mario arriva secondo; nella gara a Cronometro due terzi posti per Angeli Mario e Norberto Nani;

Nel 2011 Angeli Mario viene premiato Come Sportivo Massese 2010.

Vengono citati solo le vittorie ed i piazzamenti importanti, altri ciclisti del comando hanno partecipato con in quasi tutte le gare degli ultimi anni con discreti piazzamenti, essi sono: Baldini Marco, Bonfigli Roberto, Cappagli Antonio Furia Gianmatteo e Mario Muracchioli.

RESOCONTO ATTIVITA’ VARIA

1999  -1° Pellegrinaggio Ciclistico “Massa Carrara San Giovanni Rotondo”

 In vista del grande “Giubileo del 2000 e per un atto d’omaggio ad un Santo che ha caratterizzato questo secolo, da tutti riconosciuto, quale Padre Pio, la Sezione Ciclismo del Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco “M. Pelliccia”, ha in programma una manifestazione ciclistica di carattere sportivo/culturale denominata “1° Pellegrinaggio Ciclistico “Massa Carrara San Giovanni Rotondo” dal 28 Giugno al 4 Luglio 1999.

I partecipanti, tutti Vigili del Fuoco di questo Comando, indosseranno la maglia sociale della Sezione Ciclistica di Massa Carrara e faranno il percorso in cinque tappe con il seguente programma:

  1. 1° tappa – partenza da Carrara ed arrivo a Siena;
  2. 2° tappa – partenza da Siena ed arrivo a Perugia;
  • 3° tappa – partenza da Perugia ed arrivo ad Ascoli Piceno;
  1. 4° tappa – partenza da Ascoli Piceno ed arrivo a Vasto (CH);
  2. 5° tappa – partenza da Vasto ed arrivo a San Giovanni Rotondo;
  3. 6° giorno omaggio alla Tomba di Padre Pio;
  • 7° giorno (4 Luglio) rientro a Massa Carrara con pullman.

Durante il tragitto giornaliero si sono aggregati i colleghi ciclisti delle sedi VV.F. interessate dal percorso, stabilendo momenti d’amicizia, solidarietà e fratellanza.

2000 – 2° Pellegrinaggio Ciclistico Massa Carrara – Roma (San Pietro)

Si è concluso Mercoledì scorso il pellegrinaggio ciclistico lungo la Via Francigena del Gruppo Sportivo “Mario Pelliccia” dei Vigili del Fuoco della nostra Provincia. Questi moderni “romei”, nonostante le avversità meteorologiche, e la grande fatica hanno raggiunto Roma, dopo tre giorni di viaggio, accolti calorosamente dai propri famigliari in Piazza San Pietro.

Nel pomeriggio il gruppo ha assistito ad una partecipata ed intima funzione religiosa officiata da Don Giovanni Locatelli, nella raccolta Cappella del Coro di San Giovanni in Laterano.

L’ultimo giorno i ciclisti, familiari ed amici hanno presenziato, in Vaticano, all’udienza con il Santo Padre, consegnando un “simbolico dono” (offerto dal Sig. Franco Barattini) rappresentante la cava da cui è stato estratto il marmo adoperato da Michelangelo per la sua Pietà.

L’incontro con Papa Giovanni Paolo II° è stato un momento di alta commozione religiosa, vissuto con emozione e coinvolgimento da tutti i fedeli presenti.

L’incredibile esperienza resterà per sempre nella memoria dei nostri ciclisti, dei loro famigliari ed amici ha avuto quali principali attori protagonisti le seguenti persone:

Ciclisti: Andreani Maurizio, Angeli Mario, Angeli Sergio, Badiali Alberto, Bassi Roberto, Bernardini Fabio, Bernardini Ugo, Buffoni Guido, Buttà Pasquale Filippo, Cappagli Antonio, Cavallini Vinicio, Dazzi Paolo, Del Mancino Ermando, Fontanesi Giorgio, Giannelli Alberto, La Monica Amelia, Lombardi Paolo, Lombardini Fabrizio, Miotto Francesco, Mori Dino, Muracchioli Mario, Nani Norberto, Pedrinzani Andrea, Ricci Fabio, Spallanzani Stefano, Tognetti Paolo e Vignali Lorenzo.

Accompagnatori: Dalle Luche Fabrizio, Mangini Damiano, Cappagli Letizia e Bassani Federica.

 2001 Avenza Briancon e Mitici Passi Francesi.

Ripercorriamo le tappe fatte:

  1. Carrara  – Cairo Montenotte
  2. Cairo Montenotte – Pinerolo
  3. Pinerolo – Briancon
  4. Briancon – Col du Galibier – Briancon
  5. Briancon – Col du Izoard – Stele Coppi – Briancon

Per un totale di 572.5 Km in circa 25 ore alla media di 24 Km all’ora.

Ventidue ciclisti: Maurizio Andreani, Sergio Angeli, Marco Baldini, Roberto Bassi, Luciano Biselli, Guido Buffoni, Antonio Cappagli, Paolo Dazzi, Ermando Del Mancino, Stefano Drago, Paolo Gualtieri, Giorgio Iacopetti, Daniela Maggiani, Mario Muracchioli, Norberto Nani, Alfredo Pucciarelli,Marco Pucciarelli, Franco Premazzi,  Fabio Ricci, Paolo Tognetti, Giuseppe Venturini e due accompagnatori Antonio Galia. Gianfranco Tonini.

La prima tappa è stata la più lunga, ma le energie erano intatte. Il Bracco con la sua lunghezza e la pericolosità delle motociclette che sfrecciano, la salita della Ruta con le sue pendenze ed il Colle di Cadibona con la sua tenebrosità ne hanno sottratte abbondantemente. I continui saliscendi delle strade toscane prima e liguri poi, sospesi fra mari e monti hanno offerto un sollievo spirituale e introdotto energie inaspettate. Un breve ristoro offerto dai Vigili del fuoco di Rapallo ha spezzato la  tappa, rendendola un poco più agevole.

La nota curiosa della giornata è stata la vettura dei Vigili del Fuoco di Genova che ci pilotava attraverso una città già blindata per il G8.

La seconda tappa doveva essere la più facile. Tra le strade delle langhe abbiamo visto vigneti e tartufi (nelle bancarelle) e pochissimo traffico. Era però una via contorta, e ad ogni incrocio c’era bisogno di chiedere la nuova direzione. Cosicchè quando la strada si è semplificata la velocità del gruppo è salita incredibilmente. Gli ultimi 40 Km sono stati percorsi a 40 di media. Non sono mancate le vittime.

Abbiamo scoperto dove Montezemolo trae la sua nobiltà. Fu vera gloria?

La terza tappa è stata la più difficile. Il Sestriere da Villar Perosa ed il Col di Monginevro hanno preteso dazio. Da Finestrelle il Sestriere ha una pendenza maggiore di quella riportata nelle altimetrie che si trovano pubblicate. La strada lungo costa con un vento gelido contrario che ci spingeva in basso è stato il momento più duro. Ma dopo 35 Km di salita anche il Setriere è finito. E dopo la vertiginosa discesa, il ripido Monginevro, e poi la Francia, con la scortesia delle guardie di frontiera., ma con un cartello Briancon, la città dei 300 giorni di sole all’anno.

L’unico incidente della giornata è stata la rottura di una catena in salita, tanta era la potenza di Marco.

La quarta tappa ci ha portato sul Col di Galibier. Pioveva, c’era la neve ed il freddo come quando Charly Gaul scalava lo Stelvio (quasi uguale). L’ultimo chilometro della salità fra la neve è stato bellisimo, ma anche ripidissimo. Il cartello che segna lì una pendenza del 12% è menzognero, sicuramente. In discesa le dita erano gelate. I 2.650 metri di altitudine si facevano sentire, così come le tute inzuppate. Ma la raclette a cena ha creato più difficoltà della salita.

Quinta ed ultima tappa: l’Izoard. Da Cervieres. Bello. Soleggiato. Con un tratto nella  foresta, lungo e ripido ed il fondo stradale bellissimo. Non come quello di Campocecina, una salita nostrana altrettanto bella che ha una strada che urla vendetta. Dopo la foresta, sui 2000 metri di altitudine comincia un paesaggio più arido ma affascinante per la sensazione di dominio che suscita. Ma ormai è finito tutto, sono avanzate anche energie; si va a vedere la stele di Coppi. Ci si commuove per quello che si è fatto. Si torna a Briancon. Si fa la volata sul finale ripidissimo (sarà il 17%) del Tour de France. Non vinco io.

E’ stato curioso scoprire che per due giorni al mese queste strade sono riservate solo ai ciclisti. Non è incredibile? Qui no.

2002 – 1° Giro Ciclistico della Toscana

Si è concluso venerdì 21 Giugno il giro ciclistico della Toscana organizzato dal G.S. Vigili del Fuoco “M. Pelliccia”. Solo chi ama la bicicletta, e sa godere dei bellissimi paesaggi che lo circondano (è stato un susseguirsi di bellezze naturali per tutto il percorso) e della compagnia dei compagni di avventura, poteva portare a termine un giro della Toscana, reso ancor più difficile dalle condizioni atmosferiche eccezionali di questi giorni

All’impresa, durata cinque giorni con partenza il 17 giugno dalla sede dei Vigili del Fuoco di Carrara, ventidue ciclisti dai 32 ai 61 anni. La maggior parte vigili del fuoco, ma anche due donne, liberi professionisti e professori (tutti iscritti al G.S. VV.F.) universitari che hanno accettato la sfida.

Chi ha sudato di più, non ve lo so dire, ma è certo che ognuno dei ciclisti ha dato quanto aveva in corpo per portare a termine l’impresa. Grande è stata l’emozione e la soddisfazione di tutti al rientro nella sede dei VV.F. di Carrara. Un particolare ringraziamento va ai quattro accompagnatori, che con gran pazienza e non poca fatica, hanno seguito e sostenuto il gruppo degli emuli di Coppi !

Ripercorriamo le tappe fatte:

1° Avenza – Castiglione della Pescaia;

2° Castiglione della Pescaia – Arcidosso – Montalcino;

3° Montalcino – Siena – Firenze (passando per la strada del Chianti);

4° Firenze – Abetone;

5° Abetone – Avenza (passando dal Foce delle Radici ed il passo dei Carpinelli).

km totali percorsi 661 dislivello totale superato m. 8.198  Tempo totale 27 ore

Hanno partecipato all’impresa ventidue ciclisti: Angeli Mario, Angeli Sergio, Badiali Alberto, Baldini Marco, Bassi Roberto, Bernardini Fabio, Biselli Luciano, Cappagli Antonio, Iacopetti Giorgio, La Monica Amelia, Lombardini Fabrizio, Maggiani Daniela, Muracchioli Mario, Nani Norberto, Pedrinzani Andrea, Premazzi Franco, Pucciarelli Alfredo, Pucciarelli Marco, Ricci Fabio, Stefanini Gino, Venturini Giuseppe e Vignali Lorenzo.

Accompagnatori: Corradi Giuseppe, Del Mancino Ermando, Galia Antonio e Giorgieri Francesco.

2003 – Giro Ciclistico Massa Carrara – Corvara

La Sezione Ciclismo del Gruppo Sportivo “Mario Pelliccia” dei Vigili del Fuoco di Massa Carrara ha organizzato dal 1 al 4 Luglio 2003, un giro ciclistico di trasferimento in quattro tappe da Massa Carrara a Corvara; il 6 luglio hanno partecipato alla 17° edizione della Maratona delle Dolomiti.

La partenza è avvenuta 1 Luglio 2003 alle ore 9.00 dalla sede VV.F. di Massa, con il seguente programma:

1° tappa      dalla Sede VV.F. di Massa a Colorno (PR) (km 150);

2° tappa      da Colorno a Riva del Garda (km 138);

3° tappa      da Riva del Garda a Moena (km 116);

4° tappa    da Moena a Corvara, passando dai passi Fedaia e Campolongo, (km 71);

Durante il percorso si sono uniti Vigili del Fuoco d’altri Comandi e amici ciclisti, nella terza tappa da Riva del Garda a Moena, al gruppo si è aggregato, con nostra gran soddisfazione, l’ex grande campione del ciclismo Francesco Moser, (Campione del Mondo e Detentore del Record dell’Ora)

Hanno partecipato: Andreani Maurizio, Angeli Mario, Angeli Sergio, Baldini Marco, Badiali Alberto, Bassi Roberto, Biselli Luciano, Cappagli Antonio, Del Mancino Ermando, Giorgieri Antonio, Gualtieri Paolo, Iacopetti Giorgio, Liguori Antonio, Martinelli Alvaro, Muracchioli Mario, Nani Norberto, Pucciarelli Alfredo, Ricci Fabio, Stefanini Gino, Tognoni Luca e Venturini Giuseppe.

Accompagnatori: Bernieri Walter, Corradi Giuseppe e Galia Antonio.

2004 – 2° Giro Ciclistico Massa Carrara – Corvara

La Sezione Ciclismo del Gruppo Sportivo “Mario Pelliccia” dei Vigili del Fuoco di Massa Carrara ha organizzato dal 29 Giugno al 2 Luglio 2004, un giro ciclistico di trasferimento in quattro tappe da Massa Carrara a Corvara, per poi partecipare il giorno 4 con i sui 30 iscritti alla 18° edizione della Maratona delle Dolomiti.

La decisione di tornare a Corvara sulle nostre amate biciclette, cambiando percorso, è stata presa ricordando l’entusiasmante analoga esperienza vissuta lo scorso anno.

La partenza avverrà il 29 Giugno 2004, i ciclisti faranno il percorso in quattro tappe con il seguente programma:

1°tappa       Martedì 29 Giugno              Sede VV.F. Massa – Reggiolo (RE) – km 171

2°tappa       Mercoledì 30 Giugno          Reggiolo – Treviso – km 178

3°tappa       Giovedì 1 Luglio                  Treviso – Passo Rolle – Moena – km 141

4°tappa       Venerdì 2 Luglio                  Moena – Passo Fedaia – Arabba – Corvara – km 71

5°giorno      Sabato 3 Luglio                    Riposo

6°giorno      Domenica 4 Luglio     Partecipazione alla Maratona Ciclistica delle Dolomiti, scelta del percorso libera.

Resoconto dell’attività ciclista svolta nel 2005

Elenco ciclisti:

Alberti Marco, Andreani Primo, Angeli Mario, Angeli Sergio, Babbini Andrea, Badiali Alberto, Baldini Marco, Bassi Roberto, Bernieri Giacomo, Bianchi Claudio, Biselli Luciano, Boscaino Giampietro, Brignoli Alberto, Brizzi Carlo, Bugliani Alessandro, Cappagli Antonio, Dell’Amico Andrea, Del Mancino Ermando, Drago Stefano, Frosali Francesco, Gualtieri Paolo, Lazzaretti Cinzia, Liguori Antonio, Luciani Giorgio, Luciani Francesco, Magnolfi Nicoletta, Marcori Enrico, Martinelli Alvaro, Muracchioli Mario, Nani Norberto, Pardini Fabrizio, Pucciarelli Alfredo, Radicchi Riccardo, Ravenna Daniele, Ricci Fabio, Rolla Virgilio, Rossi Fabio, Stefanini Gino, Toti Stefano, Tognoni Luca, Vaira Romeo, Venturini Giuseppe, Vignali Lorenzo, Zapponi Giuseppe.

“2° Campionato Italiano Vigili del Fuoco di Ciclismo e 1° prova del Campionato Interforze di ciclismo su strada “Gran Fondo” svoltosi Santo Stefano Belbo (CU)

Angeli Mario è stato tra i protagonisti assoluti, con una grande prestazione si è classificato 1° assoluto e di categoria tra i Vigili del Fuoco ha conquistato il titolo tricolore nella categoria “Master 2” per Vigili del Fuoco e al 2° posto nella prima prova dell’Interforze.

Angeli Sergio ha conquistando il titolo tricolore nella categoria “Master 7” per Vigili del Fuoco ed è giunto 2° nella classifica della prima prova dell’Interforze.

Ottimo al 4° posto di Baldini Marco nella Categoria “Master 2”.

Hanno partecipato con buoni risultati, purtroppo non valevoli per la classifica VV.F., anche:

Liguori Antonio, Tognoni Luca, Venturini Giuseppe, Stefanini Gino.

Seconda Prova del 2° Campionato Italiano Interforze di Ciclismo su strada “Gran Fondo” Gran Fondo della Valdera e del Valdarno

Assente Angeli Mario impegnato con la Rappresentativa Nazionale Interforze, il nostro G.S. ha conquistato due maglie tricolori grazie alle eccezionali prestazioni di Angeli Sergio (categoria master 7) e Bassi Roberto (categoria master 6).

A causa di una caduta Baldini Marco ha visto sfumare le possibilità di vittoria finale.

Hanno partecipato con buoni risultati, purtroppo non valevoli per la classifica VV.F., anche: Biselli Luciano e Pardini Fabrizio.

Nel Comune di Peccioli in provincia di Pisa si sono svolte il 3/4/5/ Giugno 2005 le seguenti manifestazioni:

20° Campionato Italiano Vigili del Fuoco su strada;

1° campionato Italiano Crono individuale Vigili del Fuoco;

6°Campionato Italiano Interforze su strada

1° Campionato Italiano Crono Individuale Interforze

Angeli Mario si è imposto nella, categoria Master 2, in tutte e quattro le gare con grande autorità.

Angeli Sergio non ha visto premiati i suoi sforzi, ma si è ben comportato classificandosi al secondo posto, categoria. Master 7, in tutte e quattro le gare.

Grazie ai successi citati ed ai piazzamenti degli altri Atleti il Gruppo Sportivo VV.F. di Massa Carrara è giunto 3° nella speciale classifica a squadre.

I nostri ciclisti hanno inoltre disputato numerose Gran Fondo di livello Regionale e Nazionale.

Da rilevare l’impegno ed i piazzamenti nelle classifiche finali del “ Giro del Gran Ducato di Toscana” e del “Brevetto della Via Francigena”, di Bianchi Claudio (categoria E) e Biselli Luciano (categoria D).

Alla Maratona Dles Dolomites disputatasi il 3 Luglio abbiamo partecipato con ben 24 ciclisti.

Il nostro G.S. ha organizzato, sul circuito dell’Arpiola nel Comune di Mulazzo, una corsa in linea denominata “1° Trofeo Vigili del Fuoco M. Pelliccia ” al quale hanno partecipato moltissimi ciclisti della nostra provincia e di quelle vicine.

Nelle corse in linea la presenza dei nostri ciclisti sono stati quasi sempre presenti.

Hanno vinto diverse corse tra le quali il Campionato Provinciale UISP ed il Campionato Regionale di “Duathlon”con Angeli Mario, ed ottenuto moltissimi piazzamenti.

In tali manifestazioni sono da elogiare, per il loro impegno, serietà e costanza Angeli Mario, Baldini Marco, Liguori Antonio e Venturini Giuseppe.

7° ciclo-passeggiata al Santuario di Montenero (LI)”

Oltre ogni più rosea aspettativa la riuscita della 7° ciclopasseggiata al Santuario di Montenero, che ha visto la partecipazione di più di duecentocinquanta ciclisti, provenienti da tutta la nostra provincia e dai comuni confinanti

Un ringraziamento a tutti i ciclisti che con grandi sacrifici, fisici e finanziari, portano in tutta Italia la nostra Maglia.

2006 – Missione compiuta “Sui Mitici Passi della Valtellina”,

la Sezione Ciclismo del Gruppo Sportivo “Mario Pelliccia” dei Vigili del Fuoco di Massa Carrara, ha portato a termine l’ambizioso e duro programma che si era dato. Scalare in quattro giorni otto tra i più importanti e difficili passi della Valtellina, noti a tutti gli appassionati di ciclismo per la loro storia e difficoltà.

Il gruppo ha avuto come base di partenza per tutte le scalate Bormio, ecco in dettaglio i quattro giorni:

Il primo giorno Bormio 2000 (km 22 – dislivello superato m. 780), salita breve ma tosta, resa nota nel 2004 per aver ospitato l’arrivo del giro d’Italia e visto la vittoria dell’astro nascente Damiano Cuneo.

Il secondo giorno i Passi del Mortirolo e Gavia (km 114 – dislivello superato m. 3202). Il Mortirolo con una pendenza media superiore al 11%. e massima del 21%, appena lo vedi ti dici: è IMPOSSIBILE! perché proprio all’inizio ci sono le pendenze più TERRIBILI. Ogni ciclista sa che il Moritorlo è la salita italiana più famosa per le sue pendenze che lo rendono tra i più difficili, è quasi come lo Stelvio prima o poi un ciclista deve farlo: lo Stelvio perché è il più alto, il Mortirolo perché è il più spaventoso. Il Mortirolo è entrato nella storia nel ’94, quando Pantani vinse quella difficile tappa che presentava: lo Stelvio, il Mortirolo, l’Aprica e Santa Cristina. Bella e significativa la scultura sul Mortirolo in memoria del “Pirata”, nata da un’iniziativa di Felice Gimondi e voluta dai corridori italiani.

Sul passo il tempo per le foto di rito e quindi in gruppo, seguiti dal fedele Walter col pullmino, scendiamo verso Monno (bellissima la discesa) sino a sbucare sulla statale della Val Camonica e poi verso Pontedilegno, sono 16 km di leggera ma costante salita che contribuisce non poco a succhiare le già provate riserve di energia… e ci aspetta ancora un certo Sig. Gavia!! La salita del Gavia attacca abbastanza dolcemente nei primi km, ma poi le cose iniziano a farsi tostissime sia per il gran caldo che per le pendenze, che sono sempre a due cifre!! Il panorama è stupendo, godiamo della bellissima vista del Gruppo Adamello e del Gruppo Ortles. Si sale continuamente, sino al limite della vegetazione, attorno ai duemila metri, dove la strada ridiventa stretta, superiamo una galleria molto buia, le gambe sono ormai molto stanche, ma alla vista del Passo lo raggiungiamo con un ultimo sprint !!!

Sul passo mentre posiamo per la foto inizia a piovigginare, picchiamo verso la Valfurva, il cielo si è ulteriormente oscurato e per brevi tratti le nuvole ci lasciano intravedere i ghiacciai del Cevedale e del Gran Zebrù. Raggiungiamo in un lampo Santa Caterina di Valfurva, nel tratto successivo veniamo investiti da una forte tempesta di pioggia e grandine che mette a dura prova le nostre doti di resistenza al freddo. Raggiungiamo Bormio infreddoliti e con le gambe stanche, ma la soddisfazione per la grande impresa compiuta ci fa presto dimenticare tutto.

Il terzo giorno Passo Bernina, Forcola di Livigno, Passo D’Eria e Passo Foscagno (km 122 – dislivello superato m. 2664). La salita del Bernina è molto lunga (in tutto circa 34 km) e con un dislivello notevole (circa 1900 m.). Inizia dalla graziosa cittadina di Tirano nota a molti amanti della montagna per il famoso trenino che transitando in vicinanza del ghiacciaio del Bernina conduce alla rinomatissima città di St. Moritz. Dalla piazza dominata dall’imponente mole della chiesa parrocchiale, iniziamo la nostra scalata in leggera salita per circa 2 km, seguiti, appena entrati in territorio elvetico, da 4 km abbastanza impegnativi; noi ci imponiamo un’andatura adeguata che ci permette anche di godere dei panorami mozzafiato che le montagne e la splendida giornata ci offrono. In tutto questo tratto la strada è affiancata dalla ferrovia a scartamento ridotto e non di rado capita di veder transitare il mitico trenino rosso. Dopo circa mezz’ora di salita in località Piazzo termina questo primo tratto e sbuchiamo nel vallone di Poschiavo dominato dal suggestivo lago omonimo; qui la vista si apre alle imponenti vette alpine e il lungo tratto pianeggiante (circa 10 km) ci permette di riprendere fiato e apprezzare in tutto il suo splendore i monti e la flora ormai caratteristicamente alpina.

Al km 17,5 incontriamo l’ultimo paese, S. Carlo, e poi cominciamo a salire seriamente, d’ora in poi le pendenze sono costantemente sul 8% fino a una galleria anti-slavine in cemento. Dopo 25 km iniziano i primi tornanti che ci accompagneranno verso il Passo. Dopo 31 km raggiungiamo il bivio per il Passo della Forcola di Livigno, superiamo la dogana e godiamo per pochi minuti del falsopiano, in lontananza si vede

 2007 – Due Maglie Tricolori per Angeli Mario, portacolori del

Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco di Massa Carrara “M. Pelliccia”

Si è svolto Domenica 22 u.s. su un percorso caratterizzato molto impegnativo e selettivo di 160 km, nel territorio compreso tra Perignano-Lari, Volterra ed il monte Serra, la Gran Fondo della Folgore. La gara era valevole anche per il 4° Campionato Italiano Vigili del Fuoco ed Interforze di Ciclismo su strada “Gran Fondo”.

La prova di granfondo ha visto Angeli Mario tra i protagonisti assoluti, che con una grande prestazione di assoluto livello agonistico, oltre a piazzarsi all’ottavo posto assoluto su 1.550 partenti (molti dei quali noti nel mondo del professionismo), ha conquistato il titolo tricolore sia nel campionato dei Vigili del Fuoco che in quello Interforze.

Grande e di assoluto prestigio, stante il numero dei Comandi Provinciali dei Vigili del Fuoco partecipanti, il 1° Posto nella speciale classifica a squadre dei Vigili del Fuoco, (risultando di fatto la squadra campione d’Italia di Gran Fondo su strada).

Risultato ottenuto grazie alle vittorie di Mario Angeli ed ai piazzamenti di: Marco Baldini, Mario Muracchioli, Norberto Nani, Alfredo Pucciarelli, Daniele Ravenna, Antonio Rubini e Lorenzi Vignali.

Una maglia di iridata e Una tricolore a Mario Angeli Una maglia tricolore a Norbero Nani

Questi sono i grandi risultati ottenuti dai fortissimi portacolori dei Vigili del Fuoco di Massa Carrara conseguiti a Montefiascone duranti i campionati di:

25° Campionato Mondiale VV.F. di Ciclismo su Strada

7° Campionato Mondiale VV.F. di Ciclismo a Cronometro

21° Campionato Italiano VV.F. di Ciclismo su Strada

2° Campionato Italiano VV.F. di Ciclismo a Cronometro

I Vigili del fuoco di cinque continenti, anche se prevalentemente europei, si sono dati battaglia lungo le splendide strade che costeggiano il lago di Bolsena e la cittadina viterbese il 30 giugno e 1 luglio.

Il percorso a cronometro di km 7,670, valido per tutte le categorie, partiva in prossimità del lago di Bolsena e dopo un breve tratto pianeggiante di circa 2,5 Km comincia a salire lungo le strade che portano al paese per un dislivello di quasi 300 m che metterà a dura prova le gambe ed i polmoni degli atleti partecipanti.

Per la gara su strada prevedeva un circuito di Km 15,400 da ripetersi da 4 a 5 volte per le categorie maschili, per una distanza complessiva di km 61,600 ai Km 77.

Il circuito che partiva da Montefiascone prevedeva un primo tratto di discesa continua fino a raggiungere il lungo lago, costeggiava per un tratto pianeggiante le rive del lago di Bolsena ed, infine, ripercorrendo la stessa strada del percorso a cronometro, risaliva fino a raggiungere nuovamente Montefiascone.

I portacolori del GS Vigili del Fuoco di Massa Carrara “M. Pelliccia” hanno conseguito i seguenti risultati:

Mario Angeli:

1° posto di Categoria sia nel Campionato Mondiale che Italiano VV.F. a Cronometro

2° posto di Categoria nel Campionato Italiano VV.F. su Strada3° posto di Categoria nel Campionato Mondiale VV.F. su strada

Norberto Nani:

1° posto di Categoria nel Campionato Italiano VV.F. a Cronometro

Francesco Cipolletta:

3° posto di Categoria sia nel Campionato Mondiale VV.F. a Cronometro

2° posto di Categoria nel Campionato Italiano VV.F. a Cronometro

2° posto di Categoria nel Campionato Italiano VV.F. su Strada

Le vittorie ed i piazzamenti citati, oltre ai piazzamenti di Sergio Angeli, Marco Baldini e Antonio Giorgieri, hanno permesso alla squadra di vincere il titolo di “Campioni Italiani a Cronometro VV.F.” e consentito alla Squadra Italiana VV.F. di vincere Il titolo di “Campioni del Mondo di Ciclismo VV.F.

Scalati otto passi della Valtellina Il mitico Mortirolo non fa paura

La sezione ciclismo del Gruppo sportivo «Mario Pelliccia» dei Vigili del Fuoco di Massa Carrara, ha portato a termine l’ambizioso e duro programma di scalare otto, tra i più importanti e difficili passi della Valtellina, in solo quattro giorni. Il gruppo ha avuto come base di partenza per tutte le scalate Bormio. Nei quattro giorni i ciclisti apuani hanno percorso complessivamente 320 km per un dislivello totale di 8.326 metri e pedalato complessivamente per più di 17 ore.

Nel primo giorno è stato raggiunto Bormio 2000, mentre nella seconda giornata sono stati scalati i Passi del Mortirolo (una pendenza media superiore al 12% e massima del 21%) e del Gavia in successione.

Poi è stata la volta dei passi Bernina (34 chilometri di lunghezza con un dislivello di 1900 metri), Forcola di Livigno, Passo D’Eria e Passo Foscagno.

Nell’ultimo giorno, nonostante le cattive condizioni atmosferiche, i nostri  hanno scalato il famoso passo dello Stelvio da Bormio. Lo Stelvio, assieme al Gavia è uno dei tetti d’Italia con i suoi 2750 metri.

Hanno partecipato alla quattro giorni: Mario Angeli, Giacomo Bernieri, Claudio Bianchi, Luciano Biselli, Antonio Cappagli, Ermando Del Mancino, Alvaro Martinelli, Mario Muracchioli, Norberto Nani, Fabrizio Pardini, Lorenzo Vignali e Giuseppe Venturini. Accompagnati da Walter Bernieri.

2008 – Presentazione nuovo Pulmino

22 Novembre 2008 alle ore 11,00 presso la sede del Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Carrara, Via Covetta 45, c’è stata la presentazione del nuovo pulmino donato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara. Il mezzo, un Opel modello Movano, chebverrà utilizzato per l’attività sportiva statutaria del Gruppo Sportivo VV.F. “M. Pelliccia” Sezione Ciclismo e per tutte le necessità, non solo in ambito sportivo, dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e dell’Associazione Famiglie Portatori di Handicap.

La Sezione Ciclismo del GS VV.F. “M. Pelliccia” ha, da alcuni anni, intrapreso una stretta collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti e l’Associazione Famiglie Portatori di Handicap. Infatti i nostri soci accompagnano alcuni amici non vedenti alle più importanti manifestazioni ciclistiche a loro riservate che si svolgono su tutto il territorio Nazionale.

Il pulmino donato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, faciliterà il trasporto dei “tandem” utilizzati dai non vedenti e guidati dai nostri ciclisti e consentirà agli atleti ed accompagnatori di poter viaggiare in modo più adeguato e sicuro.

DUE TITOLI di CAMPIONI DEL MONDO VIGILI DEL FUOCO

 ai portacolori del GS Vigili del Fuoco di Massa Carrara con

  Mario Angeli e Francesco Cipolletta

Questi sono i grandi risultati ottenuti dai fortissimi portacolori dei Vigili del Fuoco di Massa Carrara conseguiti a Le Mureaux in Francia (periferia Ovest di Parigi)  al campionato di Mondiali di Ciclismo su Strada e Cronometro.

I Vigili del fuoco di cinque continenti, anche se prevalentemente europei e moltissimi francesi, si sono dati battaglia lungo strade di Le Mureaux, in un circuito di 21 km da ripetersi cinque volte con una salita di 1.200 mt. Al 9% di dislivello. Angeli Mario con una fuga iniziata al secondo giro con altri sei ciclisti a fatto il vuoto, distaccando i compagni di fuga sull’ultima salita e giungendo solo al traguardo a mani alzate.

Sabato 7 luglio, sullo stesso percorso si è svolta della gara su strada si è svolta la gara a cronometro (un giro) con una gara strepitosa ha trionfato Francesco Cipolletta. Nella stessa gara Mario Angeli ha visto vanificare la sua gara (4° posto) per un guasto meccanico.

Maglia Tricolore per Angeli Mario.

Si è svolta Domenica 13 u.s. su un percorso di caratterizzato da impegnative salite e pericolose discese, la 10° edizione della Gran Fondo Ciclistica Liotto a Valdagno (VI) valevole anche per il 5° Campionato Italiano Vigili del Fuoco di Ciclismo su strada “Gran Fondo”.

Angeli Mario con una grande prestazione ha conquistando il quarto posto assoluto ed il titolo tricolore nella categoria “C” per Vigili del Fuoco, in una gara svoltasi sotto una fredda ed insistente pioggia che ha reso ancor più dura la prova e causato il ritiro di moltissimi partecipanti.

Ottimo 2° posto dello sfortunato Francesco Cippolleta che, a causa di un inconveniente meccanico nella dirittura d’arrivo, ha visto svanire la maglia tricolore VV.F. nella categoria “B”. Di buon livello anche il 10° posto di Lorenzo Vignali nella categoria “E”. La squadra del Pelliccia ha inoltre conquistato un buon il quinto posto, considerando il lotto dei partecipanti e nonostante le numerose assenze nelle sue file, nella speciale classifica a squadre dei Vigili del Fuoco.

Resoconto de El camino de Santiago

Si è concluso “El Cammino de Santiago” intrapreso, dal gruppo sportivo Vigili del Fuoco “Mario Pelliccia” della Provincia di Massa Carrara. Cammino iniziato il 22 giugno e concluso il 29 giugno 2008. Partiti da Carrara verso i Pirenei Francesi, attraversando la Spagna, e raggiungendo il Santuario di Santiago di Compostella, sulla tomba di S. Giacomo Apostolo. Cammino iniziato in bicicletta da Saint Jean Pied de Port nelle tappe di Logrono, Burgos, Leon, Sarria e Santiago de Compostella per un totale di 826 Km (con un dislivello complessivo di 8260 mt) percorsi in 32 ore.

Nelle varie tappe, ricevuta la “Carta del Pellegrino” hanno apposto un timbro ogni sosta per poter presentare alla commissione di Santiago il cammino percorso, e così ricevere la consegna del “Certificato Ufficiale del Cammino”, chiamata “Compostella” che è stata rilasciata dall’Officina del Peregrino della Cattedrale di Santiago In Rua del Villar n°1. Il percorso stradale dei ciclisti, spesso si allineava al cammino dei pellegrini che percorrevano a piedi, il tratto segnato dalla conchiglia, (simbolo del Cammino di Compostella) carichi di zaino e di cibo.
Questo cammino culturale, storico e religioso li ha portati a fare amicizia con altri gruppi lungo il cammino e a condividere con loro lo stesso pellegrinaggio. Bello e commovente l’incontro con un gruppo del Guatemala presso l’ex Monastero dei Monaci di Clary nei pressi di Sahagun. Con loro hanno condiviso il pranzo del pomeriggio e con la promessa di tenersi in contatto per un possibile nuovo incontro in Italia e perché no! in Guatemala.
Il gruppo dei Vigili del Fuoco ha celebrato la S. Messa della Chiesa parrocchiale di S. Jean Pied de Port, nella Cattedrale di Burgos e nella maestosa Cattedrale di Santiago con il Parroco della Cattedrale, il quale ha ringraziato il gruppo per il cammino intrapreso e augurando a tutti la santa protezione di S. Giacomo Apostolo.

Durante il pellegrinaggio il gruppo è stato sostenuto da tre mezzi furgonati per il sostentamento cibi e bevande per il tragitto. Il gruppo coglie l’occasione per ringraziare la Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara per aver donato un Pulmino al servizio della Associazione stessa. E la Carrarese Calcio per aver messo a disposizione il proprio Pulmino del settore giovanile. La presenza nel gruppo di don Giovanni Locatelli Assistente Spirituale dell’USacli ha favorito un cammino pieno di valori e di significati nella riflessione della natura e del creato, e del valore della condivisione e solidarietà.

Concludendo questi “Sportivi” dei “Vigili del Fuoco e Amici” (Pamperos: spagnolo) hanno trovato la strada del cammino comune, e la conferma della voglia di fare sport e amicizia “insieme”. I componenti del gruppo sono: Mario Angeli – Marco Baldini – Tomàs Baldini – Roberto Bassi – Claudio Bianchi – Luciano Biselli– Antonio Cappagli – Ermando Del Mancino– Antonio Galia– Antonio Liguori – Ivano Liguori– Don Giovanni Locatelli – Alvaro Martinelli – Mario Muracchioli – Fabrizio Pardini – Marco Piolanti – Gianfranco Ravenna – Giuseppe Venturini – Lorenzo Vignali. Speriamo che queste poche parole possano stimolare ogni lettore e dare così vita al loro cammino verso la Via, la Verità e la Vita. Valori Civili e Religiosi che insieme portano l’uomo al “Cammino della Vita”.

2009 – Grande affermazione assoluta di Angeli Mario

alla Gran Fondo della Vernaccia a San Gimignano

Strepitosa vittoria di Mario Angeli alla 13° edizione della Gran Fondo della Vernaccia, una delle più belle e difficili GF che si colloca sicuramente nell’elite delle gran fondo del nostro paese. Disputatasi domenica 10 maggio u.s. nella splendida cornice di San Gimignano, con una organizzazione impeccabile ed un percorso che coniuga perfettamente agonismo, turismo ed ambiente. Oltre 1700 partenti hanno trasformato trasformano le colline senesi in una passeggiata di maglie colori e voglia di divertimento immersi in un paesaggio unico.

Il Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco di Massa Carrara vi ha partecipato con ben 14 atleti, ottenendo ottimi risultati sia a livello individuale che di squadra.

Angeli Mario con una prestazione agonistica eccezionale ed una fuga solitaria di circa 30 km, ha ottenuto il PRIMO posto assoluto nel percorso lungo. Angeli ha percorso i 154 km con 2388 metri di dislivello, alla ragguardevole media di 37,02 km/h, distaccando (lui Vigile del Fuoco in servizio presso la sede VV.F. di Massa da poco rientrato dal terremoto che ha colpito l’Abruzzo) il secondo classificato di 1’5” ed il gruppo composto da “professionisti” delle Gran Fondo.

Il Primo posto assoluto di Mario Angeli ha consentito al Gruppo Sportivo di conquistare l’ambito trofeo denominato: “Coppa Martiri di Montemaggio”

Angeli Mario nato a Massa il 7 giugno 1970.

Vigile del Fuoco da Giugno 1996.

Questi i principali titoli vinti (che non tengono conto delle numerose vittorie in gare minori):

8 giugno 2003- Al “Campionato Italiano di Ciclismo su Strada e Interforze e Vigili del Fuoco 2003”, disputatosi a Montefiascone (VT), Mario diventa Campione Italiano VV.F. e secondo Interforze.

27 giugno 2004 – Al “Campionato Italiano di Ciclismo su Strada e Interforze e Vigili del Fuoco”, disputatosi a Trapani, Mario Vince il Campionato Italiano di Ciclismo su Strada Vigili del Fuoco ed Interforze.

Nel 2004, 2005 e 2006 – A Santo Stefano Belbo (CN), in alta Langa, Mario vince: il primo il secondo e terzo Campionato Italiano Vigili del Fuoco ed Interforze di Ciclismo su strada “Gran Fondo”.

5 giugno 2005 – A Peccioli (PI) al Campionato Italiano Vigili del Fuoco e Interforze di Ciclismo a Cronometro e su strada, Mario ha vinto tutto: il Campionato e Italiano a Cronometro e su Strada sia Interforze che VV.F.

22 aprile 2007 – Alla Gran Fondo della Folgore, gara valevole per il 4° Campionato Italiano Vigili del Fuoco ed Interforze di Ciclismo su strada “Gran Fondo”, ha conquistato il titolo tricolore sia nel Campionato dei Vigili del Fuoco che in quello Interforze.

30 giugno 2007 – A Montefiascone al Campionato Mondiale e Italiano Ciclismo Vigili del Fuoco di Ciclismo a Cronometro, Mario ha vinto: il Campionato Mondiale e Italiano a Cronometro, su strada il Campionato Italiano su VV.F.

13-04-2008-Alla 10° edizione della Gran Fondo Ciclistica Liotto a Valdagno (VI) valevole anche per il 5° Campionato Italiano Vigili del Fuoco di Ciclismo su strada “Gran Fondo”. Mario conquista il quarto posto assoluto ed il titolo tricolore dei Vigili del Fuoco, in una gara svoltasi sotto una fredda ed insistente pioggia che ha reso ancor più dura la prova e causato il ritiro di moltissimi partecipanti

8 luglio 2008- A Le Mureaux in Francia (periferia Ovest di Parigi) campionato di Mondiali di Ciclismo su Strada. Mario, con una fuga iniziata al secondo giro con altri sei ciclisti staccava sull’ultima salita i compagni di fuga e giungeva da solo al traguardo a mani alzate. Aggiudicandosi il titolo di Campione del Mondo Vigili de Fuoco su strada.

7 settembre 2008 – A Livorno Mario vince, con una cavalcata solitaria, la maglia di Campione del Mondo UISP, (seconda maglia iridata della stagione).

10 Maggio 2009 – Forse la più bella ed importante vittoria, alla 13° edizione della Gran Fondo della Vernaccia, una delle difficili Gran Fondo che si colloca sicuramente nell’elite delle gran fondo del nostro paese con oltre 1.900 partecipanti, Mario ha ottenuto, con una prestazione agonistica eccezionale ed una fuga solitaria di circa 30 km, il primo posto assoluto nel percorso lungo.

Il 21 giugno 2009 – Terzo assoluto alla 15° Gran Fondo Sportful, gara tra le più dure e massacranti d’Italia, e primo assoluto tra i Vigili del Fuoco e vince il 5° Campionato Italiano Gran Fondo Vigili del Fuoco.

Il 5 e 6 settembre 2009, a Villemur Sur Tarn in Francia, al campionato Mondiali Vigili del Fuoco di Ciclismo, Mario ha ottenuto il secondo posto a Cronometro (dietro ad un professionista francese), ed il terzo nella gara in linea su strada.

Mario ha inoltre: vinto per 5 volte il Campionato Toscano di Duathlon, si è sempre piazzato nei primissimo posti nelle gran fondo a cui ha partecipato.

Primi assoluti alla Cronosquadre della Versilia

La Squadra fatta con componenti di Massa Carrara e di altri Comandi

Con una straordinaria prestazione agonistica la “selezione” dei Vigili del Fuoco ha vinto la seconda edizione della “Cronosquadre della Versilia Michele Bartoli”, la più prestigiosa corsa a cronometro a squadre Italiana a livello amatoriale. La cronometro ha visto ai nastri di partenza ben 174 team provenienti da tutta l’Italia e si è svolta sul lungomare nel tratto tra Marina di Massa e Marina di Pietrasanta con partenza ed arrivo a Forte dei Marmi.
La nostra selezione ha vinto alla ragguardevole media oraria di 51,793 km ora, distaccando di ben 33″ la seconda classificata.
La squadra, formata da Vigili del Fuoco provenienti da diversi Comandi d’Italia e diretta da Nani Norberto, era composta da: Angeli Mario, Bernini Davide, Casconi Paolo, Cipolletta Francesco, Durante Agostini, Pauletto Andrea, Sanetti Bruno e Subiaco Emilio.

2010

DUE TITOLI di CAMPIONE DEL MONDO dei VIGILI DEL FUOCO

a Mario Domenico Angeli e una Medaglia di Bronzo a Norberto Nani

Due Maglie Iridate e una di Medaglia di Bronzo, sono i grandi risultati ottenuti dai fortissimi portacolori del GS Vigili del Fuoco di Massa Carrara, ottenuti in Lussemburgo al campionati di Mondiali di Ciclismo Vigili del Fuoco a Cronometro e su Strada.

I Vigili del Fuoco di cinque continenti, anche se prevalentemente europei, si sono dati battaglia lungo strade Lussemburghesi per la gara a Cronometro e su Strada.

Sabato 19 si è svolta la gara a cronometro su di un percorso di 13,6 km caratterizzata da un forte vento, Mario Angeli con una gara strepitosa, ha trionfato con il miglior tempo assoluto. Nella stessa gara Norberto Nani, con un’ottima prestazione, è giunto al terzo posto, buona anche la prestazione di Marco Baldini e Mario Muracchioli.

Domenica 20 nella gara su strada svoltasi in un circuito di 17.8 km da ripetersi cinque volte con un dislivello totale di più di 1.200 mt. Ha visto come assoluto protagonista Mario Angeli, con una fuga iniziata durante il secondo giro con altri sei corridori, al terzo giro transita con un solo compagno di fuga così come all’arrivo. Ottimi i piazzamenti di Norberto Nani e Marco Baldini, giunti rispettivamente al 10° e 15° posto. Sfortunata la gara di Mario Muracchioli costretto al ritiro da una foratura.

Maglia Tricolore per Angeli Mario e secondo posto per Nani Norberto al

“XXII° Campionato Italiano di Ciclismo su Strada per Vigili del Fuoco”.

Questi i risultati dei portacolori del G.S. Sportivo Vigili del Fuoco di Massa Carrara “M. Pelliccia”, al in XXII° Campionato Italiano di Ciclismo su Strada per Vigili del Fuoco: Memorial “Adolfo Fantasia”; disputatosi domenica 10 ottobre in località la Cotarda -Pontinia (LT), su di un circuito da ripetersi cinque volte per complessivi km 78,5 e 650 metri di dislivello.

Angeli Mario con una grande prestazione ed una fuga solitaria iniziata al secondo giro, ha conquistando il primo posto assoluto ed il titolo tricolore nella categoria “Master 3”.

Ottimo il 2° posto dello sfortunato Norberto Nani, che dopo essere rimasto coinvolto in una caduta al quarto e decisivo giro, ha visto svanire per pochi centimetri la maglia tricolore nella categoria “Master 4”. Di buon livello anche il 8° posto di Marco Baldini, dopo una generosa gara al servizio della squadra. Sfortunata la partecipazione di Davide Del Sarto costretto al ritiro al secondo giro per un problema fisico.

Da notare la vittoria, dopo una fuga iniziata al primo giro, e relativa maglia tricolore nella categoria “Master 2”, del “carrarino” Vittorio Cellini, da diversi anni in servizio presso il Comando di Massa Carrara e da solo pochi mesi in servizio presso il Comando di La Spezia. 

NON VEDENTI IN TANDEM APRIPISTA AL GIRO D’ITALIA

La tappa apuana del Giro D’Italia, con arrivo a Marina di Carrara, è stata preceduta dalla pedalata organizzata da Banca Mediolanum, sponsor maglia verde, che ha visto tra gli altri la partecipazione di 5 non vedenti in tandem, che hanno avuto il privilegio di pedalare a fianco di grandi campioni del ciclismo come Francesco Moser, Paolo Bettini, Gianni Motta e Maurizio Fondriest.

I cinque equipaggi, condotti dai ciclisti del Gruppo Sportivo dei Vigili del Fuoco “M. Pelliccia” di Massa Carrara, hanno percorso gli ultimi 62 km della tappa della Carovana Rosa, tagliando il traguardo ufficiale a Marina di Carrara, pochi minuti prima che arrivassero i corridori del Giro.

Gli atleti non vedenti che si sono cimentati in questa esperienza, hanno potuto sentire ed emozionarsi agli applausi e alle urla di gioia delle migliaia di persone che venerdì scorso si sono accalcate lungo i viali a mare in attesa del giro.

“Non dimeno è stata la sorpresa delle numerose persone incontrate durante il percorso, che da Pontremoli a Marina di Carrara hanno visto sfrecciare i cinque tandem con i nostri ragazzi in sella” – ci racconta Carlo Piccini Presidente della locale sezione dell’Unione Italiana Ciechi – “Da tempo desideravamo organizzare una cosa simile, ma, a causa delle difficoltà tecniche e burocratiche abbiamo sempre dovuto rinunciare; quest’anno che il giro era a portata di mano, non ci siamo fatti sfuggire l’occasione offertaci.

Questi i nomi dei partecipanti:

  1. Fabio Andrei di Carrara condotto da Norberto Nani;
  2. Angelo Grazzini di Montecatini condotto da Francesco Riccioni;
  3. Pierpaolo Ribolla di Pontremoli condotto da Alessandro Bertolini;
  4. Carlo Piccini di Carrara condotto da Marco Baldini;
  5. Roberto Rosolini di Carrara condotto da Mario Angeli.

 

“Notevole è stato anche il supporto alla manifestazione offerto dai mezzi dei Vigili del Fuoco, che ci hanno assistito durante la corsa e con i quali abbiamo intrapreso da tempo un ottimo rapporto di collaborazione in ambito sportivo”; – conclude Carlo – “speriamo di poter ripetere quanto prima esperienze simili onde sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dello sport per le persone portatrici di handicap.”

ANNO 2010

L’attività ciclistica del 2010, ha visto la partecipazione, dei nostri ciclisti, a moltissime “Gran Fondo” di livello Regionale e Nazionale e a quasi tutte le gare amatoriali organizzate nella nostra provincia ed in quelle vicine ottenendo ottimi piazzamenti e molti primi posti.

Sinteticamente i principali risultati ottenuti:

  1. Secondo posto al Campionato Toscano di Cronometro a squadre della Federazione Ciclistica Italiana 2010 di Cronometro a Squadre, inserito all’interno della Cronosquadre della Costa Etrusca a San Vincenzo.
  2. Secondo posto al Campionato Italiano di Cronometro a squadre della Federazione Ciclistica Italiana 2010. Campionato Italiano inserito all’interno della terza edizione della “Cronosquadre della Versilia Michele Bartoli”.
  3. Due Maglie Iridate e una di Medaglia di Bronzo, sono i grandi risultati ottenuti in Lussemburgo ai campionati Mondiali di Ciclismo dei Vigili del Fuoco a Cronometro e su Strada, dai fortissimi portacolori del nostro G.S.

Sabato 19 giugno 2010 si è disputato il 10° Campionato del Mondo di Ciclismo a Cronometro, su di un percorso di 13,6 km caratterizzata da un forte vento, Mario Angeli con una gara strepitosa ha trionfato con il miglior tempo assoluto. Nella stessa gara Norberto Nani, con un’ottima prestazione, è giunto al terzo posto; buone anche le prestazione di Marco Baldini e Mario Muracchioli.

Domenica 20 Giugno 2010 si è gareggiato per il 28° Campionato del Mondo di Ciclismo su Strada in un circuito di 17.8 km, da ripetersi cinque volte con un dislivello totale di più di 1.200 mt, la gara ha visto come assoluto protagonista Mario Angeli, andato in fuga con altri sei corridori al secondo giro, al terzo giro transitava con un solo compagno di fuga così come all’arrivo. Ottimi i piazzamenti di Norberto Nani e Marco Baldini, giunti rispettivamente al 10° e 15° posto. Sfortunata la gara di Mario Muracchioli costretto al ritiro da una foratura.

  1. Strepitosa vittoria Alla Gran Fondo di Erice, gara valevole per il Campionato Italiano Gran Fondo dei Vigili del Fuoco:
  • Mario Angeli con una prestazione agonistica eccezionale ed una fuga solitaria di circa 60 km, ha ottenuto il primo posto assoluto e il Titolo di Campione d’Italia dei Vigili del Fuoco.
  • Di notevole livello la prestazione di Norberto Nani che, dopo una generosa gara, si è piazzato al secondo posto, della propria categoria, sia assoluto che dei Vigili del Fuoco.
  • Ottimi i piazzamenti di Marco Baldini e Mario Muracchioli piazzatisi al settimo posto delle rispettive categorie dei Vigili del Fuoco. Buoni i piazzamenti tra i Vigili del Fuoco di Alfredo Pucciarelli, Gianmatteo Furia, Roberto Bonfigli e Vignali Lorenzo. Alla Gran Fondo hanno inoltre partecipato con buoni risultati: Luciano Biselli, Antonio Liguori, Fabrizio Pardini, Pietro Sabatini, Carlo Borzoni, Giuseppe Venturini e Marco Piolanti, ha partecipato anche il tandem con il non vedente Andrei Fabio condotto da Pucci Raffaella.
  • Il giorno seguente alla gran fondo, 22 ciclisti del nostro GS hanno iniziati e concluso un “Mini Tour della Sicilia” in quattro tappe per complessivi 605 km e oltre 5.200 metri di dislivello, culminato con la spettacolare scalata dell’Etna. Alla esaltante e spettacolare impresa hanno partecipato: Mario Angeli, Marco Baldini, Luciano Biselli, Roberto Bonfigli, Carlo Borzoni, Gianmatteo Furia, Stefania De Stefano, Antonio Liguori, Alvaro Martinelli, Mario Muracchioli, Norberto Nani, Paolo Orsini, Fabrizio Pardini, Marco Piolanti, Alfredo Pucciarelli, Pietro Sabatini, Giuseppe Venturini, Marco Venturini, Lorenzo Vignali e due tandem di non vedenti: Fabio Andrei condotto da Raffaella Pucci e Angelo Bella condotto da Stefano Marelli.
  1. Nel 2010 e proseguito il rapporto che si è instaurato tra i soci dell’Unione Italiana Ciechi di Massa Carrara e gli atleti del nostro Gruppo Sportivo, di seguito l’articolo apparso sulla stampa locale:

 

La tappa apuana del Giro D’Italia 2010 del 14 maggio, con arrivo a Marina di Carrara, è stata preceduta dalla pedalata organizzata da Banca Mediolanum, sponsor maglia verde, che ha visto tra gli altri la partecipazione di 5 non vedenti in tandem, che hanno avuto il privilegio di pedalare a fianco di grandi campioni del ciclismo come Francesco Moser, Paolo Bettini, Gianni Motta e Maurizio Fondriest.

I cinque equipaggi, condotti dai ciclisti del Gruppo Sportivo dei Vigili del Fuoco “M. Pelliccia” di Massa Carrara, hanno percorso gli ultimi 62 km della tappa della Carovana Rosa, tagliando il traguardo ufficiale a Marina di Carrara, pochi minuti prima che arrivassero i corridori del Giro.

Gli atleti non vedenti che si sono cimentati in questa esperienza, hanno potuto sentire ed emozionarsi agli applausi e alle urla di gioia delle migliaia di persone che venerdì scorso si sono accalcate lungo i viali a mare in attesa del giro.

“Non dimeno è stata la sorpresa delle numerose persone incontrate durante il percorso, che da Pontremoli a Marina di Carrara hanno visto sfrecciare i cinque tandem con i nostri ragazzi in sella” – ci racconta Carlo Piccini Presidente della locale sezione dell’Unione Italiana Ciechi – “Da tempo desideravamo organizzare una cosa simile, ma, a causa delle difficoltà tecniche e burocratiche abbiamo sempre dovuto rinunciare; quest’anno che il giro era a portata di mano, non ci siamo fatti sfuggire l’occasione offertaci.

Questi i nomi dei partecipanti:

Fabio Andrei di Carrara condotto da Norberto Nani;

Angelo Grazzini di Montecatini condotto da Francesco Riccioni;

Pierpaolo Ribolla di Pontremoli condotto da Alessandro Bertolini;

Carlo Piccini di Carrara condotto da Marco Baldini;

Roberto Rosolini di Carrara condotto da Mario Angeli.

“Notevole è stato anche il supporto alla manifestazione offerto dai mezzi dei Vigili del Fuoco, che ci hanno assistito durante la corsa e con i quali abbiamo intrapreso da tempo un ottimo rapporto di collaborazione in ambito sportivo”; – conclude Carlo – “speriamo di poter ripetere quanto prima esperienze simili onde sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dello sport per le persone portatrici di handicap.”

  1. Grande risultato per Norberto Nani, nell’occasione portacolori nel ciclismo della sezione UNMS (Veterani dello Sport) Costi-Salomoni di Carrara.Per il secondo anno consecutivo ha conquistato il titolo di campione Italiano di ciclismo Veterani dello Sport categoria B, nella gara svoltasi a Molicciara di 72 km il 3 ottobre.
  2. Buona prova alla 14° Gran Fondo della Vernaccia, una delle più belle e difficili GF del nostro paese. Disputatasi domenica il 9 maggio con oltre 1800 partenti. Il nostro GS vi ha partecipato con ben 21 ciclisti, ottenendo ottimi risultati sia a livello individuale che di squadra. Nel percorso lungo, Mario Angeli, vincitore della 13° edizione, a causa di una foratura nel momento decisivo della gara, ha visto sfuggire la possibilità di ripetere l’impresa del 2009, ottenendo comunque il 15° posto assoluto e secondo di categoria. Ottimo anche il Piazzamento di Norberto Nani e Marco Galdini giunti con i primi, buoni anche i piazzamenti di Luciano Biselli e Almo Bertani. Nel percorso medio (101,6 km con 1719 metri di dislivello) hanno ottenuto ottimi piazzamenti: Paolo Merlini, Michele Guadagni, Daniele del Freo. Antonio Liguori, Eugenio Biselli, Enrico Marcori, Fabrizio Pardini, Pietro Giorgi, Pietro Sabatini, Primo Manfredi, Roberto Bonfigli, Paolo Orsini, Riccardo Pisanelli, Mario Muracchioli, Piolanti Marco e Venturini Giuseppe.
  3. Primi Assoluti alla Cronometro di Villafranca del 1 agosto, miglior tempo e primo posto assoluto (22 km a circa 47 km orari) del terzetto composto da Mario Angeli, Norberto Nani e Giuseppe Zapponi, quinto posto di categoria per il terzetto composto da Almo Bertani, Luciano Biselli e Enrico Marcori, ottimo temo anche del terzetto composto da Andrea Babbini, Michele Guadagni e Antonio Liguori.

 

  1. Ottimi piazzamenti alla GF delle Cinque terre del 12/09/2010. Ottimo fine stagione per i nostri gran fondisti. Marcori Enrico e Biselli Luciano, dopo una gara corsa in coppia, si sono piazzati rispettivamente al 5° (cat.SGA) e 23° (cat.G) posto. Ottimi anche i piazzamenti di Giorgi Pietro, Biselli Eugenio, Angeli Marco (alla prima esperienza), Bertani Almo, Pietro Sabatini e Manfredi Primo.
  2. Maglia Tricolore per Angeli Mario e secondo posto per Nani Norberto al “XXII° Campionato Italiano di Ciclismo su Strada per Vigili del Fuoco”: Memorial “Adolfo Fantasia”; disputatosi domenica 10 ottobre in località la Cotarda -Pontinia (LT), su di un circuito da ripetersi cinque volte per complessivi km 78,5 e 650 metri di dislivello. Mario, con una grande prestazione e la “consueta” fuga solitaria iniziata al secondo giro, ha conquistando il primo posto assoluto ed il titolo tricolore nella categoria “Master 3”. Ottimo il 2° posto dello sfortunato Norberto Nani, che dopo essere rimasto coinvolto in una caduta al quarto e decisivo giro, ha visto svanire per pochi centimetri la maglia tricolore nella categoria “Master 4”. Di buon livello anche il 8° posto di Marco Baldini, dopo una generosa gara al servizio della squadra. Sfortunata la partecipazione di Davide Del Sarto costretto al ritiro al secondo giro per un problema fisico.
  3. “3° Coppa Bar Baracchina Miramare” gara a cronometro a coppie in notturna ad Antigano (LI), disputatasi nel lungomare tra Livorno ed Antignano, con la partecipazione di moltissimi corridori provenienti da tutta la Toscana, a visto vincere per il secondo anno consecutivo, nella categoria C, la nostra coppia formata da Norberto Nani ed Antonio Liguori.
  4. 11° Giro del Granducato di Toscana.

In undici hanno disputato le Gran Fondo del Giro del Gran Ducato 2010 Almo Bertani, Eugenio Biselli, Luciano Biselli, Daniele Del Freo, Pietro Giorgi, Primo Manfredi, Enrico Marcori, Paolo Merlini, Paolo Orsini, Riccardo Pisanelli e Pietro Sabatini

  1. Ricordiamo in fine, che Angeli Mario ha vinto anche 12 corse in linea a livello locale.
  2. Domenica 12 dicembre 2010, durante la “Festa delle Società Ciclistiche”, che si è svolta a Massa presso la Sala Consigliare, è stata premiata la Nostra Società per l’attività svolta nella stagione 2010 e per i due secondi posti ottenuti ai Campionati Regionali (Cronosquadre della Costa Etrusca) e Nazionali di Cronometro (Cronosquadre della Versilia) a Squadre alla. Sono stati premiati anche Mario Angeli (per le numerose vittorie ottenute sia a livello Nazionale che internazionale) e Nani Norberto.

ANNO 2011

  1. Secondo posto al Campionato Toscano di Cronometro a squadre della Federazione Ciclistica Italiana 2011 di Cronometro a Squadre, inserito all’interno della Cronosquadre della Costa Etrusca a San Vincenzo.
  2. Argento al Campionato Italiano di Cronometro a Squadre della Federazione Ciclistica Italiana 2011.
  3. Con una entusiasmante prestazione agonistica i nostri portacolori hanno conseguito il secondo posto al Campionato Italiano di Cronometro a squadre di Federazione. Campionato Italiano inserito all’interno della quarta edizione della “Cronosquadre della Versilia Michele Bartoli”, la più importante corsa a cronometro a squadre Italiana a livello amatoriale, che ha visto ai nastri di partenza ben 192 agguerriti team provenienti da tutta l’Italia. La cronometro che prevedeva squadre composte da otto ciclisti, che si sono affrontati sul lungomare versiliese nel tratto tra Marina di Massa e Viareggio, con partenza e arrivo a Forte dei Marmi.
  4. La squadra formata da: Mario Angeli, Andrea Babbini, Alessandro Bugliani, Daniele Del Freo, Michele Guadagni, Antonio Liguori, Norberto Nani e Giuseppe Zapponi, percorrendo i 34 km alla notevole media di 47,78 km orari.
  5. Discreto anche il risultato della squadra “B”, vittima di una caduta causata dall’asfalto bagnato, alla rotonda di viale Roma a Marina di Massa. Hanno gareggiato: Marco Angeli, Almo Bertani, Eugenio Biselli, Luciano Biselli, Alessandro Ermanni, Pietro Giorgi, Primo Manfredi e Paolo Orsini.
  6. Entusiasmante e di assoluto rilievo tecnico la prova della squadra tandem non vedenti, allestita e organizzata dal nostro GS. La squadra composta da sei tandem ha stupito tutti i tecnici presenti compreso Michele Bartoli, che a fine gara si è complimentato con gli atleti e si è impegnato a sviluppare tale esperienza il prossimo anno.
  7. La squadra, che ha percorso i 34 km in 42.47.80 alla ragguardevole media di 47,72 kmh, era formata da: Fabio Andrei e Norberto Nani, Emanuele Bersini e Riccardo Daniele, Cinzia Colussi e Fabio Giusti, Angelo Grazzini e Francesco Riccioni, Maria Teresa Pagliaroli e Alessandro Bugliani, Pierpaolo Ribolla e Alessandro Bertolini.
  8. Due Maglie Iridate, una Medaglia di Argento e una di Bronzo, sono i grandi risultati ottenuti a Ghisonaccia (Corsica) ai campionati Mondiali di Ciclismo dei Vigili del Fuoco a Cronometro e su Strada, dai fortissimi portacolori del nostro G.S.
  9. Venerdì 10 giugno 2011 – 11° Campionato del Mondo di Ciclismo a Cronometro, su di un percorso di 11,2 km su un percorso vallonato e con vento sfavorevole, Mario Angeli con la solita gara strepitosa, ha trionfato nella Categoria Veterani 1. Nella stessa gara e categoria Norberto Nani, con un’ottima prestazione, si è visto sfuggire il secondo posto per soli due secondi e si è piazzato al terzo posto. Buona la gara nella categoria Master 2 di Mario Muracchioli
  10. Sabato 11 – 22° Campionato del Mondo di Ciclismo su Strada, svoltasi in un circuito di 20 km caratterizzato da 10 km di salita e dieci di discesa e, da ripetersi tre volte per finire con l’ultimo tratto di 9 km vallonato che portava all’arrivo di Ghisonaccia. La Categoria Veterani 1 ha visto come assoluto protagonista Mario Angeli, con una fuga iniziata durante il primo giro con altri cinque corridori, tra i quali Norberto Nani, al secondo giro staccava tutti e transitava da solo in vetta, giungendo all’arrivo con un distacco di 2’52” dopo la solita solitaria fuga di più di quaranta km. Norberto Nani dopo una gara condotta sempre all’attacco riusciva negli ultimi due km. a staccare i compagni di fuga e giungeva da solo al traguardo con 15” sul terzo. Valida l prestazione, nella categoria Master 2, di Mario Muracchioli.
  11. Alla Gran Fondo “Darwin Lupinetti” a Teramo, gara valevole per il Campionato Italiano Gran Fondo dei Vigili del Fuoco:
  12. Mario Angeli dopo una prestazione agonistica eccezionale, ha ottenuto il terzo posto assoluto e il Titolo di Campione d’Italia dei Vigili del Fuoco.
  13. Di notevole livello la prestazione di Norberto Nani che, dopo una generosa gara, si è piazzato al secondo posto, della propria categoria, dei Vigili del Fuoco.
  14. Ottimi anche i piazzamenti di: Baldini Marco, Bonfigli Roberto, Furia Gianmatteo, Muracchioli Mario e Pucciarelli Alfredo.
  15. A Memorial hanno partecipato anche altri sei portacolori del GS Vigili del Fuoco di Massa Carrara, ottenendo buonissimi piazzamenti: Luciano Biselli, Paolo Merlini, Fabrizio Pardini, Marco Piolanti, Giuseppe Venturini e Pietro Sabatini.
  16. Nel 2011 e proseguito il rapporto che si è instaurato tra i soci dell’Unione Italiana Ciechi di Massa Carrara e gli atleti del nostro Gruppo Sportivo.
  17. Oltre alla già citata partecipazione alla Cronosquadre della Versilia, Pierpaolo Ribolla e Fabio Andrei, accompagnati rispettivamente da Norberto Nani e Francesco Riccioni, si sono cimentati nella difficile gara di Duathlon Sprint svoltasi domenica 3 Aprile nella bella pineta del parco di Montecatini.
  18. I portacolori dei Vigili del Fuoco di Massa Carrara, hanno fatto registrare un brillante primo posto con Pierpaolo Ribolla, che ha percorso l’intero tracciato, composto da due frazioni di corsa a piedi ed una in tandem, con un tempo complessivo di 1:10:27 alla notevole media di 23,43 kmh. e per Fabio un secondo posto con un tempo di 10:18:05 alla media 21,23 kmh.
  19. “E’ la seconda volta che partecipo a questo genere di competizione – dichiara Pierpaolo -, molto impegnativa e dove il ruolo della guida è fondamentale. Si pensi alla tempestività delle istruzioni necessarie nella fase dei cambi, dove, nel più breve tempo possibile, devi sostituire le scarpe e balzare ancora correndo in sella alla bici, mentre accusi ancora lo sforzo appena compiuto. Il desiderio è quello di continuare in questo genere di gare e coinvolgere altri non vedenti a fare sport, termino ringraziando i ciclisti dei vigili del fuoco per il loro prezioso aiuto e sostegno alla nostra attività.
  20. GF della Vernaccia
  21. In una giornata caratterizzata da una fitta pioggia e il freddo, di Angeli Mario ha vinto nella sua categoria ed è arrivato 14° posto assoluto dopo una gara che lo ha visto sempre all’inseguimento, per sfortunati motivi dovuti alla pioggia, a una caduta, e poco prima del traguardo da una foratura.
  22. Hanno partecipato alla 15° edizione della GF della Vernaccia: il tandem non vedenti composto da Andrei Fabio e condotto da Fazzi Leonardo, Angeli Marco, Angeli Mario, Battaglia Roberto, Biselli Eugenio, Biselli Luciano, Del Freo Daniele, Giorgi Pietro, Liguori Antonio, Manfredi Primo, Muracchioli Mario, Nani Norberto, Orsini paolo, Piolanti Marco, Rappelli Gianni ,Venturini Giuseppe e Vignali Lorenzo
  23. Primi di categoria alla Cronometro di Villafranca del 1 agosto, miglior tempo e primo posto assoluto) del terzetto composto da, Norberto Nani, Luciano Bisellie e Antonio Liguori, quinto posto di categoria per il terzetto composto da: Andrea Babbini Michele Guadagni e Giuseppe Zapponi.
  24. 11° Giro del Granducato di Toscana.
  25. In undici hanno disputato le Gran Fondo del Giro del Gran Ducato 2011 Almo Bertani, Eugenio Biselli, Luciano Biselli, Daniele Del Freo, Pietro Giorgi, Primo Manfredi, Enrico Marcori, Paolo Merlini, Paolo Orsini, Riccardo Pisanelli e Pietro Sabatini.
  26. I colori del nostro GS a New York (8 maggio)
  27. E’stata la forte e poliedrica (ha già partecipato a tre Maratone di NYC) atleta Francesca Ponzanelli a portare i nostri colori alla prima edizione della Gran Fondo di New York.
  28. Partecipazione alla Maratona dles Dolomites.
  29. La più importante Gran Fondo del Mondo, che ha visto ai nastri di partenza ben 9.500 ciclisti provenienti da ben 137 paesi stranieri svoltasi Domenica 10 Luglio in Alta Badia in una bellissima giornata, che ha messo in risalto gli splendidi paesaggio che caratterizzano il duro percorso, teatro di grandi imprese dei grandi campioni del ciclismo che hanno scritto gloriose pagine della storia del ciclismo.
  30. Hanno partecipato: Marco Angeli, Mario Angeli, Roberto Bassi, Eugenio Biselli, Luciano Biselli, Roberto Bonfigli, Antonio Cappagli, Giacomo Cenzatti, Stefania De Stefano, Daniele Del Freo, Gianmatteo Furia, Pietro Giorgi, Michele Guadagni, Laura Guidi, Primo Manfredi, Alvaro Martinelli, Mario Muracchioli, Norberto Nani, Paolo Orsini, Fabrizio Pardini, Marco Piolanti, Nicola Piolanti, Riccardo Pisanelli Francesca Ponzanelli, Alfredo Pucciarelli, Gianni Rappelli, Pietro Sabatini, Giuseppe Venturini e Lorenzo Vignali.
  31. Circuito Interforze di Gran Fondo 2011
  32. Tre primi, un secondo ed un terzo posto nelle rispettive categorie dei nostri atleti nel Circuito Interforze di Gran Fondo 2011.
  33. Sportivo Massese 2010.
  34. La Giunta Comunale di Massa d’intesa con la sezione Massese dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport, in conseguenza dei brillanti Sportivo Massese dell’anno 2010, ha deliberato e assegnato al nostro Mario Angeli il premio (istituito dal Comune di Massa) denominato “Sportivo Massese dell’anno 2010”.
  35. Il premio è stato consegnato in occasione della “Festa dello Sportivo Massese” domenica 22 maggio, nella Sala Consigliare del Comune di Massa, alla presenza delle massime Autorità Civili e Sportive.
  36. La cerimonia di premiazione è stata molto intensa, ed ha visto premiato, con il più importante riconoscimento che il comune di Massa assegna ai suoi sportivi, il nostro a Mario.
  37. “Festa delle Società Ciclistiche”- svoltasi a Massa domenica 12 dicembre 2011. E’ stata premiata la Nostra Società per l’attività svolta nel 2011 e per i due secondi posti ottenuti ai Campionati Regionali e Nazionali di Cronometro a Squadre. Sono stati premiati anche Mario Angeli e Norberto nani (per le numerose vittorie ottenute sia a livello Nazionale che internazionale).
  38. Ricordiamo in fine, che Norberto Nani ha vinto otto corse in linea a livello locale e Angeli Mario ne ha vinto sei.

 

ANNO 2012

  1. Secondo posto al Campionato Toscano di Cronometro a squadre della Federazione Ciclistica Italiana 2012 di Cronometro a Squadre, inserito all’interno della Cronosquadre della Costa Etrusca a San Vincenzo.
  2. Argento al Campionato Italiano di Cronometro a Squadre della Federazione Ciclistica Italiana 2012.
  3. Con una entusiasmante prestazione agonistica i portacolori del Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco di Massa Carrara, hanno conseguito il secondo posto al Campionato Italiano di Cronometro a squadre di Federazione. Campionato Italiano inserito all’interno della quarta edizione della “Cronosquadre della Versilia Michele Bartoli”, la più importante corsa a cronometro a squadre Italiana a livello amatoriale, che ha visto ai nastri di partenza ben 171 agguerriti team provenienti da tutta l’Italia. La cronometro che prevedeva squadre composte da otto ciclisti, che si sono affrontati sul lungomare versiliese nel tratto tra Marina di Massa e Lido di Camaiore, con partenza e arrivo a Forte dei MarmiLa squadra formata da: Mario Angeli, Andrea Babbini, Liciano Biselli, Alessandro Bugliani, Michele Guadagni, Paolo Merlini, Norberto Nani e Giuseppe Zapponi, percorrendo i 32 km alla notevole media di 48,45 km orari.Discreto anche il risultato della squadra “B” per la quale hanno gareggiato: Marco Angeli, Almo Bertani, Eugenio Biselli, Roberto Bonfigli, Primo Manfredi, Enrico Marcori, Stefano Pardini e Vincenzo Rolla. Entusiasmante la prova della squadra tandem non vedenti, allestita e organizzata dal nostro GS. La squadra composta da tre tandem ha stupito tutti i tecnici presenti compreso Michele Bartoli, che a fine gara a premiato personalmente la squadra. La squadra era formata da: Fabio Andrei e Norberto Nani, Angelo Grazzini e Francesco Riccioni, Pierpaolo Ribolla e Mario Angeli.
  4. Lettera invitaci da Angelo Grazzini, uno dei non vedenti che ha partecipato alla cronometro

Pronti? via! partenza per la nostra seconda crono squadre della Versilia.

Lo scorso anno eravamo partiti in 6, quest’anno in 3  per questa prestigiosa corsa ciclistica a squadre, che prende il via da Forte dei Marmi.

32 km a cronometro, a testa bassa e col cuore in gola dal primo all’ultimo metro.

Partenza prevista alle 11.16, puntualissimi.

Un troppo breve riscaldamento, poi il via!

Pronti in pedana di lancio tutti e 3, Fabio Andrei con alla guida Norberto Nani, Pierpaolo Ribolla con alla guida Mario Angeli, e Angelo Grazzini con alla guida il fido Francesco Riccioni, lo ricordate? il presidente della società triathlon Frre Style Montecatini, quello del nostro famoso duathlon, quello che ha accompagnato Fabio al suo primo triathlon sprint.

Lo speacker che scandisce i secondi che ormai mancano alla partenza, le pulsazioni che salgono, la tensione che dovrà scatenare  l’inferno!

  1. 3. 2. 1.  Viaaa! vedo un tandem sulla destra! ma no! sono 2,3 ! la meraviglia dello speacker che svanisce insieme alla sua voce che sfuma velocissima dalle nostre orecchie che ormai sono già nel vento della corsa.

l’andatura è decisa e molto regolare, i cambi perfetti, i 50 km all’ora aiutati da un di vento che spira alle nostre spalle.

Primo giro di boa, tutto ok, il ritorno verso Forte dei marmi, con il vento che ci soffia contro, adesso, che ci fa capire quanto i prossimi 15 16 km saranno più faticosi, quanto è vero che i pane te lo devi guadagnà !

sta di fatto che fino alla seconda Rotonda, quando iniziamo il percorso del Ritorno verso il traguardo, l’andatura scende intorno ai 40 41 km orari, ma noi ? quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare !

Eccoci al secondo giro di boa, circa 10 km all’arrivo, una lunga volata che  ci porta a tagliare il traguardo, aumentando l’andatura fino ai50 52 km orari, con un rash finale a 55 km orari per un ultimo fantastico ed esaltante chilometro., con il vento in poppa, affiancati negli ultimi metri  in cui le ruote non toccano più l’asfalto, a braccia alzate e con l’urlo che esplode dalla gola per una vittoria che non è sugli altri, ma su noi stessi, stremati ma felicissimi, insieme ad altre 175 squadre, a più di 1500 altri ciclisti, che hanno visto passare 3 strane bici, Fabio, Angelo e Pierpaolo.

Alla fine la media sarà di 43,970 km orari, che per chi non pedala non so quanto significato possa avere, allora, se lo volete sapere… iniziate a pedalare!

Un grazie che viene dal cuore ai Vigili del Fuoco di Massa Carrara che hanno contribuito alla nostra iscrizione alla corsa, che fra l’altro hanno messo a disposizione 2 loro fortissimi ciclisti per guidare 2 tandem.

Alla prossima corsa, adesso cosa ci aspetta? ve lo dirò poi !

Ciao, me ne vado a festeggiare una stupenda giornata.

  1. Argento al Campionato Italiano di Cronometro a Coppie della Federazione Ciclistica Italiana 2012.
  2. Bella prestazione della nostra squadra formata da Mario Angeli e Norberto Nani nella cronometro a coppie disputatasi a Senigallia il
  3. Un terzo e quinto posto a Cronometro e un quinto e sesto posto su strada, sono i risultati ottenuti a Ostrava (Rep. Ceka) ai campionati Mondiali di Ciclismo dei Vigili del Fuoco a Cronometro e su Strada, dai portacolori del nostro G.S.
  4. Sabato Campionato del Mondo di Ciclismo a Cronometro, su di un percorso di 11,2 km su un percorso vallonato e con vento sfavorevole, Mario Angeli con la solita gara strepitosa, ha trionfato nella Categoria Veterani 1. Nella stessa gara e categoria Norberto Nani, con un’ottima prestazione, si è visto sfuggire il secondo posto per soli due secondi e si è piazzato al terzo posto. Buona la gara nella categoria Master 2 di Mario Muracchioli
  5. Sabato 11 – 22° Campionato del Mondo di Ciclismo su Strada, svoltasi in un circuito di 20 km caratterizzato da 10 km di salita e dieci di discesa e, da ripetersi tre volte per finire con l’ultimo tratto di 9 km vallonato che portava all’arrivo di Ghisonaccia. La Categoria Veterani 1 ha visto come assoluto protagonista Mario Angeli, con una fuga iniziata durante il primo giro con altri cinque corridori, tra i quali Norberto Nani, al secondo giro staccava tutti e transitava da solo in vetta, giungendo all’arrivo con un distacco di 2’52” dopo la solita solitaria fuga di più di quaranta km. Norberto Nani dopo una gara condotta sempre all’attacco riusciva negli ultimi due km. a staccare i compagni di fuga e giungeva da solo al traguardo con 15” sul terzo. Valida l prestazione, nella categoria Master 2, di Mario Muracchioli.
  6. Ottimo risultato dei nostri portacolori al “2°Memorial Darwin Lupinetti” gara valevole per il 23° Campionato Italiano di Ciclismo su Strada Vigili del Fuoco. Gara ciclistica su strada di 93 km con 1.800 metri di dislivello, organizzata dai Vigili del Fuoco di Teramo, disputatasi il 22 aprile a Teramo. La gara, caratterizzata da un forte vento ed un percorso molto selettivo, con numerose salite sui monti vicini al Gran Sasso. Angeli Mario, dopo una gara che lo ha visto sempre protagonista, si è classificato al primo posto e ottenuto la Maglia Tricolore di Campione Italiano Vigili del Fuoco. Nella categoria Vigili del Fuoco ottimi i piazzamenti di: Nani Norberto (quarto), Bonfigli Roberto, Furia Gianmatteo, Muracchioli Mario e Vignali Lorenzo; sfortunata la prova di Pucciarelli Alfredo costretto al ritiro dopo pochi chilometri per un guasto meccanico. Al “ 2°Memorial Darwin Lupinetti” hanno partecipato, ottenendo buonissimi piazzamenti, altri quattro portacolori del GS Vigili del Fuoco di Massa Carrara: Angeli Marco, Luciano Biselli, Fabrizio Pardini, Giuseppe Venturini e Pietro Sabatini.
  7. Nel 2012 e proseguito il rapporto che si è instaurato tra i soci dell’Unione Italiana Ciechi di Massa Carrara e gli atleti del nostro Gruppo Sportivo.
  8. Oltre alla già citata partecipazione alla Cronosquadre della Versilia, Fabio Andrei, guidato o da Nani Norberto o da Angeli Mario, ha disputato numerose gran fondo.
  9. GF della Vernaccia: In una giornata molto nuvolosa, con qualche scroscio di pioggia, Mario Angeli ha conquistato il secondo posto di categoria ed il sedicesimo assoluto.
Grazie all’impegno dei 23 ciclisti più un tandem, la squadra si è piazzata all’ottavo posto nella speciale classifica per squadre.
Ottima la prestazione della nostre tre donne: Enrica Cenzatti, Stefania De Stefano e Maria Pardini.
Hanno partecipato anche: Luciano Bisellli (percorso GF); Fabio Andrei (tandem), Marco Angeli, Andrea Babbini, Almo Bertani, Eugenio Binelli, Gianmatteo Furia, Paolo gatti, Pietro Giorgi, Michele Guadagni, Primo Manfredi, Walter Massini, Mario Muracchioli, Paolo Orsini, Fabrizio Pardini, Riccardo Piosanelli, Pietro sabatini, Giuseppe Venturini, Lorenzo Vignali e Giuseppe Zapponi.
  10. 12° Giro del Granducato di Toscana.
  11. In undici hanno disputato le Gran Fondo del Giro del Gran Ducato 2012: Almo Bertani, Eugenio Biselli, Luciano Biselli, Primo Manfredi, Enrico Marcori, Paolo Merlini, Paolo Orsini, Riccardo Pisanelli e Pietro Sabatini.
  12. “Festa delle Società Ciclistiche”- svoltasi a Massa domenica 23 dicembre 2012. E’ stata premiata la Nostra Società per l’attività svolta nel 2012 e per i due secondi posti ottenuti ai Campionati Regionali e Nazionali di Cronometro a Squadre e in coppia. Sono stati premiati anche Mario Angeli e Norberto nani (per le numerose vittorie ottenute sia a livello locale che nazionale).

ANNO 2013

  1. Bronzo al Campionato Italiano di Cronometro a Squadre della Federazione Ciclistica Italiana 2013
  2. Con una entusiasmante prestazione agonistica i portacolori del Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco di Massa Carrara, hanno conseguito il terzo posto al Campionato Italiano di Cronometro a squadre di Federazione. Campionato Italiano inserito all’interno della quarta edizione della “Cronosquadre della Versilia Michele Bartoli”, la più importante corsa a cronometro a squadre Italiana a livello amatoriale, che ha visto ai nastri di partenza ben 167 agguerriti team provenienti da tutta l’Italia. La cronometro che prevedeva squadre composte da otto ciclisti, che si sono affrontati sul lungomare versiliese nel tratto tra Marina di Massa e Lido di Camaiore, con partenza e arrivo a Forte dei MarmiLa squadra formata da: Mario Angeli, Marco Angeli, Roberto Bonfigli, Alessandro Bugliani, Michele Guadagni, Marco Masnadi, Gianni Rappelli e Giuseppe Zapponi, percorrendo i 32 km alla notevole media di 48,45 km orari. 12° posto per la squadra “B” per la quale hanno gareggiato: Eugenio Biselli, Luciano Biselli, Antonio Liguori, Primo Manfredi, Fabrizio Pardini, Giuseppe Venturini e Enrico Tosini. Entusiasmante la prova della squadra tandem non vedenti (due dei quali sono nostri tesserati), allestita e organizzata dal nostro GS. La squadra composta da tre tandem ha stupito tutti i tecnici presenti compreso Michele Bartoli, che a fine gara a premiato personalmente la squadra. La squadra era formata da: Fabio Andrei e Enrico Tosini, Angelo Grazzini e Francesco Riccioni, Comuniello Giuseppe e Mario Angeli.
  3. Ottimo risultato dei nostri portacolori al “3° Memorial Darwin Lupinetti” gara valevole per il 24° Campionato Italiano di Ciclismo su Strada Vigili del Fuoco. Gara ciclistica su strada di 83 km con 1.800 metri di dislivello, organizzata dai Vigili del Fuoco di Teramo, disputatasi il 21 aprile a Teramo. La gara, caratterizzata da un percorso molto selettivo, con numerose salite sui monti vicini al Gran Sasso. Angeli Mario, dopo una gara che lo ha visto sempre protagonista, si è classificato al primo posto e ottenuto la Maglia Tricolore di Campione Italiano Vigili del Fuoco. Nella categoria Vigili del Fuoco ottimi i piazzamenti di: Bonfigli Roberto, Furia Gianmatteo, Vignali Lorenzo e Mario Muracchioli ritiratosi.
  4. Al “ 2°Memorial Darwin Lupinetti” hanno partecipato, ottenendo buonissimi piazzamenti, altri quattro portacolori del GS Vigili del Fuoco di Massa Carrara: Antonio Liguori, Fabrizio Pardini, Gianni Rappelli, Giuseppe Venturini e Pietro Sabatini. Ha partecipato con ottimo piazzamento e con speciale premiazione il nostro tanden non vedenti composto da Andrei Fabio e guidato da Enrico Tosini.
  5. Nel 2013 e proseguito il rapporto che si è instaurato tra i soci dell’Unione Italiana Ciechi di Massa Carrara e gli atleti del nostro Gruppo Sportivo.
  6. Oltre alla già citata partecipazione alla Cronosquadre della Versilia e alla gara di Teramo, i nostri due tandem composti da: Fabio Andrei e Grazzini Angelo e guidati da Enrico Tosini e Francesco Riccioni, hanno disputato numerose gran fondo e gare di mountain bike .
  7. GF della Vernaccia: In una giornata molto nuvolosa, con qualche scroscio di pioggia, Mario Angeli ha conquistato il secondo posto di categoria ed il sedicesimo assoluto.
Grazie all’impegno dei 23 ciclisti più un tandem, la squadra si è piazzata all’sesto posto nella speciale classifica per squadre.
Ottima la prestazione della nostre due donne: Stefania De Stefano e Maria Pardini.
Hanno partecipato anche: Fabio Andrei (tandem), Marco Angeli, Almo Bertani, Eugenio Biselli, Luciano Bisellli, Roberto Bonfigli, Paolo Gatti, Pietro Giorgi, Michele Guadagni, Gianmatteo Furia, Antonio Liguori, Enrico Marcori, Primo Manfredi, Walter Massini, Mario Muracchioli, Fabrizio Pardini, Paolo Orsini, Riccardo Pisanelli,Gianni Rappelli, Pietro Sabatini, Giuseppe Venturini e Lorenzo Vignali.
  8. 12° Giro del Granducato di Toscana.
  9. In cinque hanno disputato le Gran Fondo del Giro del Gran Ducato 2013: Luciano Biselli, Primo Manfredi, Paolo Orsini, Gianni Rappelli e Riccardo Pisanelli.
  10. “Festa delle Società Ciclistiche”- svoltasi a Massa domenica 28 dicembre 2013. E’ stata premiata la Nostra Società per l’attività svolta nel 2013 e per i due secondi posti ottenuti ai Campionati Regionali e Nazionali di Cronometro a Squadre e in coppia. E’ stato premiato anche Mario Angeli per aver vinto il Campionato Italiano VV.F.
  11. Il G.S. ha organizzato (con partenza 8 giugno e rientro il 15 giugno) il ciclo/pellegrinaggio a Santiago de Compostella denominato “El Camino del Norte”, sul quale è stato pubblicato un articolo di una pagina sulla rivista specializzata “Cicloturismo.

Di il resoconto articolo di Piolanti Marco:

Cronaca del Ciclopellegrinaggio a Santiago di Compostela

Dopo 5 anni dal “Camino Frances” è stata ripetuta l’esperienza del cammino di Santiago, percorrendo questa volta il “Camino del Norte“. Tragitto più articolato che, partendo dalla cittadina Basca di Irun, costeggia tutta la sponda iberica del golfo di Biscaglia toccando le varie città di San Sebastian, Bilbao, Santander, Gijon, nelle montuose Asturie, per poi addentrarsi in Galizia fino a raggiungere, dopo oltre 800 km, Santiago de Compostela.

Tutto il tragitto si è’ sviluppato in tappe di circa 160 km al giorno, in un percorso prevalentemente montuoso ma senza grandi scalate, un saliscendi continuo, “mangia e bevi”, che però alla fine ha comportato una salita totale di oltre 10.000 metri.

L’avventura è iniziata di buon ora lunedì 15 luglio 2013, presso la caserma dei Vigili del Fuoco di Carrara, con  la “benedizione del pellegrino” impartita dal nostro assistente spirituale don Giovanni Locatelli, don Giò, che questa volta ci ha lasciato soli, ma che ha voluto partecipare alla levataccia proprio per salutarci personalmente.

Il trasferimento è stato piuttosto lungo ma senza intoppi, siamo arrivati all’ora di cena ad Irun, che si trova esattamente sul confine tra Francia e Spagna sul lato Atlantico dei Pirenei.

La sera facciamo in tempo ad applicare il famoso “sello” (timbro) sulla “Credencial del Peregrino” che darà diritto, se in regola con le successive vidimazioni lungo il tragitto, di ricevere, un volta giunti a Santiago, “La Compostela” cioè l’attestato-diploma che conferma l’avvenuto “pellegrinaggio”.

Il giorno successivo partenza per l’inizio del cammino con metà Bilbao. Breve “briefing” del presidente con le solite raccomandazioni di prudenza, di seguirlo in ogni caso, di non fare, guardando Stefania e Lorenzo, gruppetti separati e soprattutto di procedere sempre in fila indiana.

Inizialmente abbiamo difficoltà a trovare il “Puente de Santiago”, fortunatamente incontriamo un ciclista del luogo che si offre per accompagnarci. Raggiungiamo in breve il ponte che è esattamente sul confine tra la Francia e la Spagna, dove appunto inizia il “camino del norte”. Fotografia di rito “con cerniere alzate” a cui associamo volentieri la nostra guida che si offre per seguirci fino a San Sebastian o Donostia come viene chiamata nella difficile lingua Basca.

Il nostro amico ci lascia, poniamo “el sello” in un albergue di San Sebastian, ed iniziamo, su indicazione del “navigatore” del capitano, una salita che ci porta sopra una collina a picco su mare, bella ma faticosa, alcuni si lamentano, ma il buon Norberto ci convince che è stato un piacevole diversivo.

La successiva discesa, molto tecnica, ci immette sulla “Carretera Nacional 634”, che, più o meno, ci accompagnerà fino a Santiago.

La temperatura è gradevole, c’è’ tanto verde segno che piove molto, il sole picchia, ma spesso scompare tra le nubi, troviamo anche un piccolo tratto con una breve pioggia.

A metà strada Ivano, che ci precede con uno dei pullmini, scova un gradevole posto in riva al mare con sedie ed ombrelloni dove possiamo mangiare panini e frutta

Arriviamo quindi a Bilbao dopo 142 km e 1520 metri di dislivello, in un orario discreto, il che ci permette di fare un salto nel centro di questa città che è la più importante dei paesi Baschi, con monumenti di un certo interesse e sede del famoso e avveniristico museo Gughenaim.

La cena nell’ottimo moderno hotel è a self service, possiamo così’ apprezzare le doti di gourmet di Claudio che con un va e vieni continuo cerca di fare onore a tutte le portate presenti.

Il secondo giorno è previsto l’arrivo a Comillas in Cantabria la cui capitale, Santander, tocchiamo marginalmente. Proseguiamo quasi sempre sulla N634 e raggiungiamo la meta dopo 161 km e un dislivello di 1930 metri.

Comillas è una gradevole cittadina sul mare dove soggiornava anche il re Alfonso XIII in un bel palazzo sulla collina e dove si trova anche una curiosa abitazione dovuta al genio di Gaudi’. Queste notizie vengono fornite da Gianmatteo che si dimostra ben documentato spiegandoci anche cosa sono i famosi “horreos” delle Asturie e della Galizia: una sorta di costruzione sospese sui dei pali che hanno essenzialmente la funzione di granaio.

Durante il percorso al “paramedico della comitiva” Giuseppe, gli si è rotto il deragliatore che viene riparato dal “meccanico” Antonio con “il fil di ferro”.

Il mattino successivo iniziamo il trasferimento verso Gijon, sulla mappa il tragitto sembra meno lungo del precedente ma lo staff tecnico, decide un itinerario che eviti assolutamente la possibilità di finire in una “autopistas” vietate alle biciclette, imbocchiamo pertanto subito una vallata molto suggestiva che ci permette di raggiungere gradualmente le montagne delle Asturie con i famosi “Picos de Europa”. L’ambiente ricorda i nostri monti e le nostre valli, per cui intoniamo tutti in coro l’inno delle Apuane.

Purtroppo il piacevole diversivo ci fa allungare il percorso di oltre 30 km, alcuni se ne lamentano, il presidente e il capitano fanno notare che la decisione è stata presa di comune accordo e che dobbiamo considerarlo come allenamento “supplementare”.  La più contenta è Stefania che così può mettere in mostra le sue doti di scalatrice.

Per fortuna la sosta “panini”, viene allestita in una amena area sopra una collina con tavoli, panchine, acqua e una graziosa chiesetta. Incontriamo anche due mountanbiker, marito e moglie, che vengono dal Galles, non sono molto socievoli ma riusciamo a coinvolgerli e accettano anche il cocomero giallo (sic!) trovato da Ivano.

Dopo una comune preghiera davanti alla chiesetta ripartiamo con rinnovato spirito agonistico.

Il percorso risulta molto impegnativo, ci sono molte salite con media pendenza ma continue che portano il dislivello totale a 2.350 metri e il carro scopa Pietro ha il suo da fare per riportare tutti in gruppo. Dopo 191 km raggiungiamo Gijon, porto delle Asturie sul golfo di Biscaglia.

Il giorno successivo si parte per San Cosme de Barreiros, che si trova già in Galizia ma sempre sull’Atlantico. L’inizio del percorso è abbastanza agevole, le battute di Lorenzo rallegrano il gruppo e raggiungiamo dopo circa 90 km il luogo del ristoro preparato da Ivano, in una fresca radura con una graziosa chiesetta. Incontriamo un gruppetto di ciclisti che vengono da Barcellona che socializzano con noi accettando qualche genere di conforto.

Lorenzo raduna tutti con il suono della campana della chiesetta e ripartiamo.

La seconda parte del percorso ci riserva ovviamente ancora un prolungamento del percorso. Infatti i nostri esploratori Antonio e Ivano non riescono a trovare un ponte che ci avrebbe permesso di accorciare il tragitto evitando una lunga insenatura. O meglio, hanno paura che la strada non sia ciclabile, in realtà non è così, ma quando se ne accorgono è troppo tardi e così percorriamo circa 20 km in più. Ma non importa, ormai siamo abituati e il capitano ci conforta facendo considerazioni sul maggior allenamento effettuato.

Arriviamo a destinazione in un albergo a picco sul mare dopo 181 km e 2200 metri di dislivello.

A cena siamo ricompensati delle fatiche con un ottima “Paella”. Alcuni la divorano con voracità lasciando, in un primo tempo, alcuni a bocca asciutta, altri, strategicamente si mettono al tavolo con Maria e con Roberto che oltre ad essere uno strenuo pedalatore è anche allergico ai crostacei.  Per fortuna la cucina ne sforna a volontà e tutti escono da tavola soddisfatti.

Siamo ormai arrivati nella verde Galizia, l’aria è fresca, il mattino partiamo anche con un po’ di nebbia tipica del clima Atlantico.

Oggi raggiungeremo Santiago de Compostela ma prima dobbiamo superare la Cordigliera che ci separa dalla parte interna. Inizia una lunga salita, non tesa, ma che non molla fino ai 650 metri di altitudine che ci separano dall’alto piano in cui si trova la città di San Giacomo.

La fatica comincia a farsi sentire ma bisogna arrivare in fondo, tutti assieme, come esorta Norberto.

Tutto procede bene, alle porte di Santiago ritroviamo anche il luogo dove avevamo fatto la foto 5 anni prima.  Perfetto il chilometraggio: 160 con 2.150 metri di salita.

Il presidente “suggerisce” di raggiungere il monte do Gozo, la collina deve i pellegrini per la prima volta vedevano dall’alto la città e dove è collocato il monumento a ricordo della visita del papa Giovanni Paolo II.

Il percorso non è agevole, più adatto ai camminatori a piedi che in bicicletta, c’è anche dello sterrato, raggiungiamo comunque, con un po’ di fatica, la meta per la foto ricordo.

L’ingresso in città avviene per la Puerta del Peregrino, varchiamo la Puerta do Camino e arriviamo finalmente nella “Plaza de Obradorio” di fronte alla maestosa facciata della Cattedrale, l’emozione ci assale e un commovente abbraccio fra tutti i partecipanti sancisce la nostra fraterna amicizia.

Abbiamo percorso in cinque giorni 835 km e 10.150 metri di salita totale.

E ‘ necessario a questo punto elencare coloro che hanno partecipato ed organizzato questa avventura:

Muracchioli Mario, l’impeccabile organizzatore

Nani Norberto, il capitano … come il pane

Bianchi Claudio, cucchiaio d’oro

Bonfigli Roberto, instancabile pedalatore

De Stefano Stefania, la solare nostra Marianne Vos

Furia Gianmatteo, intellettuale

Galia Antonio, chauffeur

Liguori Antonio, meccanico … col fil di ferro

Liguori Ivano, vivandiere

Pardini Fabrizio, di poche parole … ma saggie

Pardini Maria, la mangiona !!!

Piolanti Marco, cronista, guida turistica, cantante e, a tempo perso, medico

Sabatini Pietro, la “cerniera” del gruppo

Venturini Giuseppe, paramedico, vice meccanico e … altro

Vignali Lorenzo, Giamburrasca.

Andiamo quindi all’albergo che è lo stesso dell’altra volta: “Hesperia Peregrino” ambiente accogliente, self service che accontenta tutti e solito viavai di Claudio.

Al mattino seguente, presentazione della Credencial del Peregrino e ritiro della “Compostela”, nell’apposito ufficio adiacente alla cattedrale. Poi in Cattedrale, abbraccio del Santo, visita alla tomba, Santa Messa del pellegrino con esibizione del “botafumeiro”, un grande incensiere  che percorre tutta la navata e manovrato da ben 5 persone.

Nel pomeriggio partenza per il lungo viaggio di ritorno con sosta a Donostia-San Sebastian, per la notte e poi a Carcassonne per il pranzo del giorno seguente, arrivo a Carrara in tarda serata.

ANNO 2014

Sinteticamente i principali risultati ottenuti:

32° Campionato del Mondo Vigili del Fuoco di Ciclismo su Strada

14° Campionato del Mondo Vigili del Fuoco di Ciclismo a Cronometro

Una Maglia Iridata, una Medaglia d’Argento e Due di Bronzo, sono i grandi risultati ottenuti dai fortissimi portacolori del GS Vigili del Fuoco ”M. Pelliccia” di Massa Carrara, in Austria a Judendorf-Hauptplatz al campionati Mondiali di Ciclismo Vigili del Fuoco a Cronometro e su Strada svoltisi il 23 e 24 Agosto 2014.

Sabato 23 si è svolta la gara a cronometro, su un percorso vallonato di 9.4 km, con vento e forte pioggia. Mario Angeli e Norberto Nani hanno ottenuto il terzo posto, a pochi secondi dai primi, rispettivamente Categoria Veterani I e II.

Nella stessa gara hanno gareggiato con buoni piazzamenti anche Bonfigli Roberto, Mario Muracchioli e Lorenzo Vignali.

Domenica 24 si è svolta la gara su strada in un circuito di km 17,5 caratterizzato da una salita con punte al 14/16 %, da ripetersi quattro volte per complessivi settanta km e più di 1.300 metri dislivello.

Norberto Nani nella Categoria Veterani II, con una gara di assoluto livello giungeva al traguardo a mani alzate aggiudicandosi il Titolo di Campione del Mondo Vigili del Fuoco 2014. Nella stessa categoria ha corso, con un buon risultato, anche Vignali Lorenzo.

Angeli Mario, nella categoria Veterani I, dopo una fuga iniziata durante il primo giro con altri cinque corridori, giungeva al traguardo secondo, aggiudicandosi la medagli d’Argento. Nella stessa categoria ha corso, con una buona prestazione, anche Bonfigli Roberto.

 “25° Campionato Italiano di Ciclismo Vigili del Fuoco su Strada

Ottimo risultato dei portacolori del Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco di Massa Carrara “M. Pelliccia”, al “4°Memorial Darwin Lupinetti”. Gara ciclistica su strada di 85 km con più di 1.400 metri di dislivello, organizzata dai Vigili del Fuoco di Teramo, disputatasi il 13 aprile u.s. a Teramo.

La gara, caratterizzata da un percorso molto selettivo, con numerose salite sui monti ai piedi al Gran Sasso, era valevole per il “25° Campionato Italiano dei Vigili del Fuoco di Ciclismo su Strada”.

Angeli Mario, dopo una gara che lo ha visto sempre protagonista, ha vinto la Maglia Tricolore di Campione Italiano Vigili del Fuoco, imponendosi su più di 180 pompieri provenienti da circa 50 comandi sparsi in tutta Italia.

Ottimo il secondo posto di Norberto Nani, ottenuto dopo una gara molto combattuta. Da notare che Angeli e Nani, erano alla loro prima gara agonistica dopo un anno di inattività causata da infortuni.

La premiazione è stata fatta all’interno della Sede dei VV.F. di Teramo, alla presenza dei massimi dirigenti Regionali e Nazionali del Corpo dei Vigili del Fuoco e le massime autorità locali.

Nella categoria Vigili del Fuoco ottimi i piazzamenti di: Bonfigli Roberto, Furia Gianmatteo e Vignali Lorenzo.

La squadra del Pelliccia ha inoltre conquistato un buon il quinto posto, considerando il lotto dei partecipanti, nella speciale classifica a squadre dei Vigili del Fuoco.

A “4°Memorial Darwin Lupinetti” hanno partecipato, ottenendo buonissimi piazzamenti, altri cinque portacolori del GS Vigili del Fuoco di Massa Carrara: Antonio Liguori, Fabrizio Pardini, Gianni Rappelli, Pietro Sabatini e Giuseppe Venturini.

“10° Campionato Italiano di Ciclismo Vigili del Fuoco di Grande e Medio Fondo”

Grande risultato al “1° Memorial Andrea Nencini” .gara di ciclistica di Grande e Medio Fondo di 143 km (1.900 metri di dislivello) e 93 km (1230 metri di dislivello), organizzata dai Vigili del Fuoco di Grosseto, disputatasi il 27 aprile a Grosseto.

La gara, inserita all’interno della “Gran Fondo Città di Grosseto”, caratterizzata da un percorso molto selettivo con numerose salite sui monti vicini al Monte Amiata , era valevole per il Campionato Italiano dei Ciclismo di Grande e Medio Fondo giunto alla 10° edizione.

Angeli Mario nel percorso di Gran Fondo e Norberto Nani nel percorso di Medio Fondo, si sono classificati al primo posto ottenendo le rispettive Maglie Tricolori di Campione Italiano Vigili del Fuoco, imponendosi su di un folto gruppo pompieri provenienti da circa 50 comandi sparsi in tutta Italia.

La squadra del Pelliccia ha inoltre conquistato un ottimo secondo, posto, considerando il lotto dei partecipanti, nella speciale classifica a squadre dei Vigili del Fuoco.

Angeli Mario si è anche classificato 3° assoluto e 1° di categoria nella “GF Città di Grosseto”, portando a termine una gara molto tirata, resa ancor dura dalla forte pioggia caduta sui ciclisti negli ultimi 50 km.

Nella categoria Vigili del Fuoco hanno partecipato: Bonfigli Roberto, Furia Gianmatteo, Mario Muracchioli e Vignali Lorenzo.

Alla ”GF Citta di Grosseto” hanno partecipato, ottenendo buonissimi piazzamenti, altri dieci portacolori del GS Vigili del Fuoco di Massa Carrara: Andrea Babbini, Stefania De Stefano, Michele Guadagni, Antonio Liguori, Primo Manfredi, Enrico Marcori, Mario Muracchioli, Paolo Orsini, Fabrizio Pardini, Riccardo Pisanelli e Pietro Sabatini.

Secondo posto al Campionato Italiano di Cronometro a Squadre della FCI 2014

Con una entusiasmante prestazione agonistica i portacolori del Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco di Massa Carrara, hanno conseguito il secondo posto al Campionato Italiano di Cronometro a squadre di Federazione. Campionato Italiano inserito all’interno della quarta edizione della “Cronosquadre della Versilia Michele Bartoli”, la più importante corsa a cronometro a squadre Italiana a livello amatoriale, che ha visto ai nastri di partenza ben 153 agguerriti team provenienti da tutta l’Italia. La cronometro che prevedeva squadre composte da otto ciclisti, che si sono affrontati sul lungomare versiliese nel tratto tra Marina di Massa e Lido di Camaiore, con partenza e arrivo a Forte dei Marmi. La squadra formata da: Mario Angeli, Marco Angeli, Andrea Babbini, Alessandro Bugliani, Michele Guadagni, Norberto Nani, Gianni Rappelli e Giuseppe Zapponi, percorrendo i 32 km alla notevole media di 48,10 km orari.

10° posto per la squadra “B” per la quale hanno gareggiato: Eugenio Biselli, Luciano Biselli, Roberto Bonfigli, Antonio Liguori, Enrico Marcori, Fabrizio Pardini,  Enrico Tosini e Lorenzo Vignali Entusiasmante la prova della squadra tandem non vedenti allestita e organizzata dal nostro GS. La squadra composta da tre tandem (nostri tesserati) ha stupito tutti i tecnici presenti compreso Michele Bartoli, che a fine gara a premiato personalmente la squadra. La squadra era formata da: Fabio Andrei e Enrico Tosini, Angelo Grazzini e Francesco Riccioni, Del Monte Manuel e Del Monte Agostino.

Nel 2014 e proseguito il rapporto che si è instaurato tra i soci dell’Unione Italiana Ciechi di Massa Carrara e gli atleti del nostro Gruppo Sportivo.

Oltre alla già citata partecipazione alla Cronosquadre della Versilia e alla gara di Teramo, i nostri tre tandem composti da: Fabio Andrei, Manuel Del Monte e Grazzini Angelo, guidati rispettivamente da: Enrico Tosini, Agostino Del Monte e Francesco Riccioni, hanno disputato numerose gran fondo e gare di mountain bike .

“Festa delle Società Ciclistiche FCI”- svoltasi a Carrara Sabato 3 gennaio 2015. E’ stata premiata la Nostra Società per l’attività svolta nel 2014 e per il secondo posto ottenuto ai Campionato e Nazionale di Cronometro a Squadre. Sono stati premiati Nani Norberto, per aver vinto il Campionato del Mondo VV.F. e il Campionato Italiano, il di Medio Fondo VV.F. e Mario Angeli per aver vinto il Campionato Italiano VV.F. su strada e di Gran Fondo

Il GS ha organizzato l’annuale trasferta ciclo/culturale denominata “Coast to Cosat”, dal Tirreno all’Adriatico e ritorno, dal 4 al 7 giugno.

Di seguito il resoconto/articolo pubblicato sulle riviste a tiratura nazionale “Cicloturismo” e “4Granfondo”:

Come è ormai tradizione anche  quest’anno abbiamo fatto il tour estivo (giunto alla 15° edizione) percorrendo l’itinerario da Carrara a Rimini, battezzando l’evento  Coast to Coast, mutuato  dalla tradizione pionieristica Americana. Per la verità l’impegno non è stato così epico: sono state un po’ ridimensionate le grandi distanze a cui eravamo abituati nelle passate tournee, vedi Cammino di Santiago (per ben due volte) Tour della Sicilia, ciclopellegrinaggio a San Giovanni Rotondo (due volte) e molti altri.  Il percorso quest’anno è stato più identificato come una cicloturistica anche per adeguarci al tempo che passa per tutti noi.

In ogni caso in 5 giorni sono stati percorsi 696 Km e 6.153 metri  di dislivello.

La partenza al mattino di Mercoledì 4 giugno, come di consueto dalla sede di via Covetta, preceduta dalla “benedizione” di buon viaggio  da parte di Don Giò, al gruppo guidato dal capitano Norberto Nanni, gli altri partecipanti sono stati: Stefania De Stefano, Gianmatteo Furia, Antonio Liguori, Riccardo Moscatelli, Mario Muracchioli, Fabrizio e Maria Pardini, Marco Piolanti, Alfredo Pucciarelli, Pietro Sabatini Giuseppe Venturini e Lorenzi Vignali; accompagnatori: Antonio Galia, Giuseppe Garbati e Ivano Liguori.

La prima tappa aveva come meta Pontassieve attraverso  l’itinerario nord- est: sul “Magno” ci vengono incontro un gruppo di Vigili di Lucca  che ci fanno compagnia fino a Collodi, quindi si prosegue per Montecatini, affrontiamo la breve salita di Serravalle che superiamo con tranquillità. L’appuntamento, per l’ora di pranzo, è ad Agliana, dove ci attende il titolare della ditta MB Sport, specializzata in abbigliamento sportivo, che molto gentilmente ci ospita davanti alla sua fabbrica offrendoci un ottimo buffet.

Riprendiamo il viaggio percorrendo la via Pistoiese con una media di tutto rispetto guidati da Antonio Liguori che è del posto e quindi conosce perfettamente luoghi e strade. Entriamo a Firenze per porta al Prato e ci dirigiamo in piazza del duomo e, successivamente, davanti a palazzo Vecchio, suscitando l’interesse dei numerosi turisti specialmente cinesi  che, curiosi per natura , chiedono di fare delle foto assieme ad alcuni di noi, ovviamente i più intraprendenti non si lasciano sfuggire l’occasione per legare con le bellezze orientali.

Nel pomeriggio inoltrato arriviamo a Pontassieve dopo aver percorso 160 km. Si vorrebbe un incontro con Matteo Renzi, che abita nella collina circostante, ma è fuori casa, impegnato in un summit a Bruxelles, sarà per un’altra volta!

Il secondo giorno ci aspetta il passo del Muraglione. Dopo un approccio piuttosto lungo percorrendo la S.S. 67 Tosco-Romagnola,  attraverso i centri abitati della Rufina, Dicomano e San Godenzo, iniziamo la salita che è abbastanza pedalabile, comunque  si deve arrivare a 1000 metri  e quindi la fatica comincia a farsi sentire. Sul passo osserviamo proprio il Muraglione da cui prende il nome il valico, fatto costruire da Leopoldo II di Toscana nel 1836 per offrire riparo ai viandanti dai venti che percorrono frequentemente la valle che mette in comunicazione con la “Romagna Toscana”.

La discesa è inizialmente abbastanza tecnica, poi diventa più scorrevole e lunga, anche se il fondo  un po’ sconnesso rallenta la marcia  (ci lamentiamo noi toscani delle nostre strade, ma evidentemente è un male comune). Attraversiamo diversi centri di quella che un tempo era quella parte della Romagna su cui aveva dominio il Granducato. Il limite dei possedimenti medicei e poi granducali arrivava a Castrocaro e più precisamente a Terra del Sole.  Giungiamo così a Forli, in piena terra romagnola, attraversiamo la città che è peraltro gradevole con importanti monumenti come la basilica di San Mercuriale, tutta in cotto e con un altissimo campanile che fu preso a campione anche per quello di San Marco a Venezia. Ormai è l’ora della sosta e non troviamo di meglio che accamparci nel piazzale della stazione sotto un maestoso cedro del Libano, i nostri cambusieri come al solito ci rifocillano con panini e molta frutta per evitare la disidratazione dovuta anche  all’aumento quasi improvviso della  temperatura.

Nel pomeriggio allunghiamo il tragitto perchè la statale Emilia è temporaneamente chiusa per lavori, prendiamo quindi la cosidetta “cervese” che collega Forlì a Ravenna con diramazione per Cervia. E’ una strada pianeggiante, diritta, ma stretta e molto trafficata, per cui rigorosamente in fila indiana percorriamo tutto di un fiato i 30 km che ci separano dal mare Adriatico che incontriamo nel porto canale di Cervia. A questo punto per trovare una strada sul lungomare in modo da raggiungere Rimini costeggiando, finiamo anche il mezzo alla sabbia provocando una risata generale, ma finalmente ci introduciamo in un percorso che toccando le varie località balneari della riviera Romagnola ci fanno avvicinare alla meta finale.

Alla stazione di Cesenatico è d’obbligo la fotografia allo spazio Pantani, luogo di ricordi del mitico “Pirata”. Arriviamo a Rimini dopo 168 km alloggiando in un albergo fronte mare lungo la famosa passeggiata. La sera la cena è a base di pesce che nonostante le nostre origini tirreniche e quindi scettiche verso i prodotti ittici dell’adriatico, è stata di nostro gradimento.

Il venerdì mattina si parte, praticamente per il ritorno, dobbiamo di nuovo valicare l’Appennino, lo facciamo attraverso una strada più a sud rispetto all’andata percorrendo la val Marecchia, lungo la strada che i romani chiamavano “Ariminensis” perchè appunto collegava Rimini ad Arezzo. Il valico di Viamaggio arriva anch’esso a 1000 metri quota. Dopo la sosta sul passo, scendiamo verso Sansepolcro, il caldo comincia a farsi sentire, la piana della famosa battaglia di Anghiari mostra i segni della calura e la successiva salita verso il valico di Scheggia che, pur non raggiungendo quote molto elevate, risulta piuttosto impegnativo, con pendenze del 12-13%, si scende quindi verso Arezzo lungo la strada della Libbia che collega appunto l’alta val tiberina con il Casentino.

L’hotel dove pernotteremo è proprio in centro, in piazza Guido Monaco (l’inventore delle note musicali che era di Arezzo). La sera abbiamo la conviviale in un ristorante tipico  a cui si aggiunge Antonio  ex Vigile del Fuoco del Comando di Arezzo.

Sabato 7 Giugno  si prende la via del Chianti, dopo aver attraversato Montevarchi, ci dirigiamo vero Radda: si parla delle dolci colline toscane, ma in realtà ci sono salite impegnative che arrivano anche a 700 metri di quota, che, ripetendosi di continuo, fanno salire l’altimetria. A Castellina la lunga discesa, da molti di noi già conosciuta perchè nel percorso della Gran Fondo della Vernaccia, ci conduce a Colle val d’Elsa dove ci fermiamo per la pausa di mezzogiorno. Come al solito i nostri accompagnatori autisti, navigatori e cambusieri si dimostrano  all’altezza della situazione , permettendoci un breve ristoro nel bel giardino di una villa della piana.

Inizia la salita di Colle e poi quella ancor più impegnativa verso Volterra, il paesaggio è molto bello, il mare verde che ci circonda da un senso di pace, ma la fatica si fa sentire, specie per il gruppo meno allenato. Si arriva comunque alla solitaria città etrusca che si trova su un’altura isolata a 500 metri di altezza. Si pernotta in un hotel che per cena ci offre la famosa “zuppa alla volterrana” che nessuno voleva ma che poi tutti gradiscono lasciando senza chi l’aveva ordinata.

La domenica mattina  inizia la discesa per il ritorno a Carrara, nei pressi di Ponsacco ci viene incontro Mario Angeli che si aggrega al gruppo facendo l’andatura, la media sale abbastanza, si fa un po’ fatica a stare in linea, ma ormai siamo arrivati, ultima foto in piazza dei Miracoli a Pisa e poi via ed entro l’una arriviamo alla sede di Avenza.

L’avventura anche per quest’anno è finita, ci siamo come al solito divertiti, la fatica è stata “nella norma” soprattutto abbiamo ulteriormente cementato quei vincoli di amicizia e di voglia di bicicletta che ci fanno già pregustare il tour del prossimo anno che ci vedrà impegnati sui Parchi dell’Abruzzo.

ANNO 2015

3° Campionato Italiano dei Vigili del Fuoco di Ciclismo a Cronometro

Domenica 12 Aprile si e svolto ad Arezzo, il 3° Campionato Italiano di Ciclismo a Cronometro riservato ai Vigili del Fuoco e valevole come 2° prova del circuito nazionale 2015.

In un percorso vallonato, su una distanza di 14 km, i corridori hanno esaltato le proprie caratteristiche di velocisti, con medie che si sono aggirate quasi sui 50 km/orari.

I portacolori del nostro G.S. hanno vinto, nella categoria M5 una maglia Tricolore con Norberto Nani, ed un ottimo terzo posto con Lorenzo Vignali.

Ottime e sfortunata la prestazione, nella categoria M4, di Roberto Bonfigli che, nonostante l’ottimo tempo, per pochi secondi si qualificato al quarto posto.

L’ottima prestazione della squadra ha consentito il raggiungimento del 4° posto nella classifica per società.

 “26° Campionato Italiano di Ciclismo Vigili del Fuoco su Strada -“5° Memorial Darwin Lupinetti” 

Ottimo terzo posto di Norberto Nani Buoni i piazzamenti degli altri tre VV.F. Gianmatteo Furia, Roberto Bonfigli e Lorenzo Vignali.

Nel 2015 e proseguito il rapporto che si è instaurato tra i soci dell’Unione Italiana Ciechi di Massa Carrara e gli atleti del nostro Gruppo Sportivo (vedi Due Giorni al Mare).

11-12 Aprile: Due Giorni al Mare campionati Italiano e Regione Ciclismo Paraolimpico.

A Marina di Massa, Sabato 11 Aprile nella gara di tandem in linea  “Due Giorni del Mare” svoltasi sabato mattina (partenza ore 13), il nostro portacolori Fabio Andrei, guidato da Antonio Liguori, si è classificato secondo assoluto e vinto il Campionato Toscano di FCI. Ottima la prestazione del secondo tandem guidato dal nostro Agostino Del Monte.

Domenica 12 nella gara a cronometro secondo posto assoluto per il nostro Tandem Fabio-Antonio e terzo tempo per quello guidato da Agostino.

Oltre alla partecipazione alla Cronosquadre della Versilia e alla gara di Teramo, i nostri tre tandem composti da: Fabio Andrei, Manuel Del Monte e Grazzini Angelo, guidati rispettivamente da: Enrico Tosini, Agostino Del Monte e Francesco Riccioni, hanno disputato numerose gran fondo e gare di mountain bike .

Il GS ha organizzato l’annuale trasferta ciclo/culturale denominata “Giro dei Parchi dell’Abruzzo”, dal 7 al 12 Luglio.

Di seguito il resoconto/articolo sul “Giro dei Parchi dell’Abruzzo:

I Vigili del Fuoco tornano all’Aquila ma….in bicicletta !

Quest’anno il GS Vigili del Fuoco di Massa e Carrara ha voluto effettuare la tradizionale escursione estiva tra le montagne dell’Abruzzo.

Per diversi partecipanti è stato un ritorno ai luoghi che li hanno visti tra i soccorritori del terribile terremoto del 2009.

In quella occasione erano state strette delle amicizie con gente del luogo, anche dovute alla comune passione per la bicicletta, che con il tempo si sono dimostrate forti e durature, in particolare con un gruppo che si definisce  “quelli del monumento” dal luogo della piazza di Paganica, uno dei luoghi maggiormente colpiti dal sisma, dove abitualmente si ritrovano.

Sono stati 5 giorni impegnativi non tanto per le distanze ma piuttosto per i dislivelli e le caratteristiche delle salite, accompagnate da temperature insolitamente elevate per quei luoghi.

La partenza dalla sede di VV.F di Carrara, con i nostri due pullmini, è avvenuta Martedì mattina 7 luglio 2015.

Già nel pomeriggio dell’arrivo all’Aquila, c’è stata l’escursione a San Pietro della Ienca, solitario villaggio di montagna davanti al massiccio del Gran Sasso, luogo di meditazione di Giovanni Paolo II. La distanza percorsa non è stata molta, circa 50 km ,ma sempre in salita,  pedalabile, con una pendenza media del 6 per cento fino ai 1100 metri della località dove si trova la piccola cappella dedicata al papa che amava queste montagne.

Il giorno successivo, mercoledì 9 luglio, ritrovo di buon mattino “al monumento” di Paganica, che è poi una stele dedicata ai soldati caduti in guerra, prevalentemente nelle truppe alpine, dato che la zona stata un grande serbatoio per il glorioso corpo.

Gli amici ci hanno condotto con una ascesa continua fino ai 2128 mt. di Campo Imperatore, maestosa terrazza sulla conca aquilana, base di ascesa al Gran Sasso, ma conosciuta anche come tappa di arrivo di corse ciclistiche. Famosa quella del Giro d’Italia del 1999 che vide vincitore Marco Pantani.

La salita vera e propria, per la via classica, inizia a Fonte Cerreto a 1150 mt., presso Assergi, dove si trova la partenza della Funivia del Gran Sasso che, in 7 minuti, porta dove noi siamo arrivati dopo una lunga salita di 31 km, per un dislivello di 1360 metri, suddiviso in due tronconi: una prima parte di 17,5 km che, con una pendenza che  varia tra il 4 e il 7%, raggiunge la cosiddetta Fossa di Paganica (1760 metri s.l.m.) segue una discesa, un falsopiano e, quindi, la seconda salita di 5,7 km con pendenze del 9/11 %.

Il percorso è considerato uno dei più impegnativi dell’Italia centrale insieme al Terminillo e al Blockhaus.

I panorami sono veramente mozzafiato: un ampio pascolo, in quota, lungo 25 km, con mucche, pecore, cavalli, senza una casa o segni della tecnologia, con la meta lassù dove si vede luccicare la cupola dell’osservatorio astronomico.

La discesa attraverso tutta la lunghezza l’altopiano. Paesaggio sempre affascinante, set ideale per film storici o western, effettivamente girati in questi luoghi come “il deserto dei Tartari”, ” continuavano a chiamarlo Trinità , “Nel nome della Rosa” e molti altri.

Rientro attraverso Castel del Monte, Calascio, Santo Stefano di Sessanio, Barisciano. località care alla transumanza e feudo dei Medici che qui si rifornivano di lana per poi farla lavorare a Firenze. Arrivo dopo aver percorso 118 km e 2600 mt di dislivello.

Giovedì 9, si parte, sempre sul presto, con appuntamento “al monumento” e con meta il lago di Campotosto.

Prima “salitina” per raggiungere il centro dell’Aquila dove facciamo la foto di rito di fronte alla basilica di Collemaggio. L’imponente costruzione voluta da papa Celestino V, quello del gran rifiuto.

Facciamo anche un giro commemorativo della città: per i Vigili del Fuoco questi luoghi suscitano ricordi e anche dolore: ecco la casa dello studente in parte demolita e sotto sequestro giudiziario, dove sono morti 8 giovani studenti, la Prefettura, gli edifici civili e religiosi che portano ancora i segni del disastro. Bisogna però ammettere che molto è stato fatto, nonostante quello che si dice i lavori fervono e molti edifici sono recuperati.

Proseguiamo la nostra strada imboccando la statale 260 Picente in direzione Amatrice, attraversiamo la valle dell’Aterno passando accanto all’antica città Sabina e poi Romana di Aminterum.

Al momento la salita è lieve, ma dopo aver deviato per Montereale inizia un saliscendi “spezza gambe” fino ad Aringo e poi Poggio Cancelli a 1380 metri s.l.m. Siamo arrivati a questo grande bacino artificiale in quota, sembra sia il più grande d’Europa a questa altezza. L’ ambiente molto bello, poco abitato, c’è solo il paese di Campotosto, che da il nome al lago che sembra naturale per la vegetazione. Dopo una breve sosta si ripartire verso il passo delle Capannelle che si trova sulla statale 80 del Gran Sasso d’Italia e che congiunge l’Aquila con Teramo. La salita e’ abbastanza dura anche per il caldo, giunti al passo bisogna prendere una deviazione che evita di riportatrici all’Aquila facendoci invece passare da San Pietro della Ienca dove siamo andati il primo giorno. Inizia finalmente la discesa molto lunga che ci porta direttamente fino a casa, abbiamo comunque percorso 128 km con 1800 metri di dislivello.

Venerdì 10 ci aspetta il “Terminillo” altra classica del ciclismo sede di arrivo di tappa in salita per ben 9 volte al giro d’Italia e per numerose altre corse come la Tirreno-Adriatico di quest’anno che ha visto vincitore Quintana, sotto la neve. Numerose altre volte il “giro” è transitato dal Terminillo per salire alla sella Leonessa (1885 mt s.l.m.).

Il nostro approccio al “mons Tetricus” degli antichi romani è proprio iniziato da Leonessa cittadina a 950 mt. slm sull’altro versante rispetto a quello classico. Dicono sia meno duro perchè la pendenza media è minore, per una salita continua di 20 chilometri che non molla mai, dove sono punte del 10-12 per cento siamo quindi arrivati alla Sella e poi discesi fino al Terminillo. La discesa fino a Rieti èmolto bella, la strada è ben tenuta e si possono raggiungere velocità ragguardevoli.

Sabato 11,  ultimo giorno di fatiche, si parte per avviarci verso Onna (la località dove si sono avuti più morti e distruzioni a causa del terremoto) per passare da Monticchio, dove i vigili di Massa e Carrara avevano il campo base, per poi salire compatti verso Ocre fino al valico di Rocca di Cambio a 1383 mt s.l.m., raggiungendo quindi Campo Felice, altopiano carsico a 25 km dall’Aquila che ricorda Campo imperatore sul Gran Sasso ma di dimensioni più modeste.

Al centro di questa valle vi è un piccolo lago, formatosi a causa dell’impatto di un meteorite. Abbiamo proseguito in direzione dell’Aquila con continui sali scendi il circuito è stato più breve rispetto ai giorni precedenti ma ugualmente impegnativo.

Nei cinque giorni sono stati percorsi 456,6 Km con un dislivello di 7.592 m.

La sera di nuovo assieme agi amici ciclisti aquilani per la cena di arrivederci a base di “arrosticini e altre specialità abruzzesi. Da segnalare la simpatica cerimonia per la consegna di una targa da parte di “quelli del monumento” dedicata al nostro gruppo sportivo con la speranza di ripetere l’esperienza, questa volta sulle Apuane.

“Festa delle Società Ciclistiche FCI”- svoltasi a Carrara Sabato 2 gennaio 2016.

Le motivazione dei premi:

ANDREI Fabio e la guida LIGUORI Antonio – G.S. VIGILI DEL FUOCO MASSA E CARRARA Campione Toscano in Linea e 2° alla prova cronometro riservata ai tandem , nella gara organizzata nella nostra Provincia denominata “2 Giorni del Mare” riservata alle categoria Paralimpiche     

NANI Norberto G.S VIGILI DEL FUOCO MASSA CARRARA 3° nella prova di Campionato Italiano Strada dei Vigili del Fuoco a Teramo Campione Italiano Vigili del Fuoco Cronometro ad Arezzo [una buona prestazione di squadra in quanto sul terzo gradino del podio è salito un altro atleta del sodalizio apuano Vignali Lorenzo seguito da Bonfigli Roberto]

Gli atleti fanno parte di una società molto attiva nel panorama amatoriale, che ha  partecipato alle più importanti  Granfondo Italiane (Cronosquadre Michele Bartoli, Granfondo delle Dolomiti, Giro Granducato, Circuito Toscano di Cicloturismo) ottenendo buoni risultati sia individuali che di squadra. Oltre alla parte agonistica si è resa protagonista nella classica uscita annuale che quest’anno ha visto quale meta la Città dell’Aquila e il Parco degli Abruzzi, una settimana di uscite in bici alla scoperta di un territorio che ancora presenta i segni del terremoto.

ANNO 2016

“27° Campionato Italiano di Ciclismo Vigili del Fuoco su Strada -“6° Memorial Darwin Lupinetti” 

Ottimo terzo posto di Norberto Nani. Buoni i piazzamenti degli altri tre VV.F. Gianmatteo Furia, Roberto Bonfigli, Lorenzo Vignali e Mario Muracchioli.

Nel 2016 e proseguito il rapporto che si è instaurato tra i soci dell’Unione Italiana Ciechi di Massa Carrara e gli atleti del nostro Gruppo Sportivo.

11° Campionato Italiano VV.F. di Ciclismo Grande e Medio Fondo – Urbino

Buoni risultati nella gara di ciclistica di Grande e Medio Fondo di 73 km (996 metri di dislivello), organizzata dai Vigili del Fuoco di Pesaro e Urbino, disputatasi l’otto maggio ad Urbino.

La gara, inserita all’interno della “Gran Fondo Straducale”, caratterizzata da un percorso molto selettivo con numerose salite, era valevole per il Campionato Italiano dei Ciclismo di Grande e Medio Fondo giunto alla 11° edizione.

Angeli Mario e Norberto Nani nel percorso di Medio Fondo, si sono classificati al quinto posto delle rispettive categoria; buoni piazzamenti anche di: Bonfigli Roberto, Furia Gianmatteo, Mario Muracchioli e Vignali Lorenzo.

2° Pellegrinaggio Ciclistico Massa Carrara – Roma (San Pietro)

In occasione del “Giubileo della Misericordia 2016” la Sezione Ciclismo del Gruppo Sportivo “Mario Pelliccia” dei Vigili del Fuoco di Massa Carrara ha organizzato dal 5 al 8 Giugno 2016, un pellegrinaggio ciclistico a San Giovanni in Laterano per rendere omaggio alle reliquie di S. Barbara (protettrice dei Vigili del Fuoco) e a San Pietro, per un’udienza con il Santo Padre e varcare la Porta Santa.

Come per il Giubileo del 2.000, i ciclisti hanno percorso la Via Francigena, l’antico itinerario storico che ha avuto la prerogativa di mettere in comunicazione culture, leggi, idee, arti dei diversi paesi d’Europa, non solo ha creato le fondamenta di un’Europa senza barriere, ma ha altresì contribuito alla sua stessa costruzione, favorendo nuovi scambi commerciali che hanno prodotto lo sviluppo delle tradizioni locali come feste, fiere, mercati (per il trasferimento dei grandi empori da e per la Francia), delle funzioni dei luoghi e degli edifici (stazioni di posta), delle gerarchie territoriali (poli urbani, rete viaria e dei trasporti).

Questi moderni “romei”, nonostante le avversità meteorologiche e la grande fatica, hanno raggiunto Roma il 7 giugno, dopo tre giorni di viaggio con tappe intermedie a Poggibonsi e Viterbo e aver percorso 410 km con 3.500 metri di dislivello, dove sono stati accolti calorosamente dai propri famigliari in Piazza San Pietro.

Nel pomeriggio, dopo aver varcato “La Porta Santa” della cattedrale di San Giovanni in Laterano,  il gruppo ha assistito ad una partecipata funzione religiosa officiata, da Don Giovanni Locatelli  nella stessa cattedrale.

Mercoledì 8, i ciclisti, familiari ed amici hanno presenziato, in Vaticano, all’udienza con il Santo Padre, l’incontro con Papa Francesco è stato un momento di alta commozione religiosa, vissuto con emozione e coinvolgimento da tutti i fedeli presenti.

Altrettanto emozionante è stato varcare la Porta Santa di San Pietro.

L’incredibile esperienza resterà per sempre nella memoria dei nostri ciclisti, dei loro famigliari ed amici, ha avuto quali principali attori protagonisti le seguenti persone:

Ciclisti: Bianchi Claudio, Biselli Luciano, Bonfigli Roberto, Correrini Gabriele, De Stefano Stefania, Furia Gianmatteo, Giorgieri Antonio, Mario Muracchioli, Nardini Gian Carlo, Norberto Nani, Pardini Fabrizio, Piolanti Marco, Pucciarelli Alfredo, Pucciarelli Marco, Rappelli Stefano, Sabatini Pietro, Venturini Giuseppe e Lorenzo Vignali.

Accompagnatori: Don Giovanni Locatelli, Ermando Del Mancino e Antonio Galia.

“Festa delle Società Ciclistiche FCI”- svoltasi a Carrara Sabato 7 gennaio 2017.

Premiata la Nostra Società con la seguente motivazione:

Gli atleti fanno parte di una società molto attiva nel panorama amatoriale, che ha partecipato alle più importanti  Granfondo Italiane (Cronosquadre Michele Bartoli, Gran Fondo Straducale, Giro Granducato, Circuito Toscano di Cicloturismo) ottenendo buoni risultati sia individuali che di squadra. Oltre alla parte agonistica si è resa protagonista nella classica uscita annuale che quest’anno ha visto quale meta San Pietro (vedi sopra 2° Pellegrinaggio Ciclistico Massa Carrara-Roma San Pietro).

ANNO 2017

 “12° Campionato Italiano di Ciclismo Vigili del Fuoco di Grande e Medio Fondo”

Grande risultato dei portacolori del Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco di Massa Carrara “M. Pelliccia”, al “Memorial Arnaldo e Maurizio Ciccolini” .gara di Grande e Medio Fondo di 84 km (1.450 metri di dislivello) organizzata dai Vigili del Fuoco di Roma, disputatasi il 23 aprile a Mentana.

La gara, inserita all’interno della “6° Gran Fondo La Garibaldina”, caratterizzata da un percorso molto selettivo con numerose salite, era valevole per il Campionato Italiano dei Ciclismo di Grande e Medio Fondo giunto alla 12° edizione.

Angeli Mario nel percorso di Medio Fondo, si è classificato al primo posto ottenendo la Maglia Tricolore di Campione Italiano Vigili del Fuoco, imponendosi su di un folto gruppo pompieri provenienti da circa 50 comandi sparsi in tutta Italia. Il titolo italiano è stato assegnato ufficialmente alle 15, alla presenza dei massimi dirigenti regionali e nazionali del Corpo dei Vigili del Fuoco.

Angeli Mario si è anche classificato 10° assoluto e 2° di categoria nella “GF La Garibaldina.

Nella categoria Vigili del Fuoco hanno partecipato: Angeli Mario, Bonfigli Roberto, Furia Gianmatteo, Mario Muracchioli Nani Norberto, Pucciarelli Alfredo e Vignali Lorenzo.

“28° Campionato Italiano di Ciclismo Vigili del Fuoco su Strada -“7° Memorial Darwin Lupinetti” 

Sfortunata prova di Angeli Mario che, dopo essere sempre stato con i primi, si è dovuto accontentare del terzo posto a causa di una foratura a circa cinque km dall’arrivo.

Buoni i piazzamenti degli altri tre VV.F. Gianmatteo Furia, Roberto Bonfigli, Antonio Giorgieri (premiato come il più anziano VV.F. in gara) e Mario Muracchioli

ANNO 2018

Martedì 1° Maggio a Bologna all’interno del GF Dieci Colli si disputa il “13° Campionato Italiano VV.F. di Ciclismo Grande e Medio Fondo Memorial “Simone Messina”, per il nostro Comando partecipano: Angeli Mario, Bonfigli Roberto e Rossi Fabio. Angeli Mario si piazza al 3° posto, ottimi i piazzamenti di Bonfigli R. e Rossi F.

Biselli Eugenio vince il Campionato Toscano di Cronoscalata e altre 5 cronoscalate.